Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci durante la festa di Atreju organizzata da Fratelli d’Italia a Roma, 9 dicembre 2021 (ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

Si è dimesso Nello Musumeci, presidente della regione Sicilia

Ha spiegato di averlo fatto in modo da accorpare le elezioni regionali, previste fra ottobre e novembre, alle politiche del 25 settembre

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci durante la festa di Atreju organizzata da Fratelli d’Italia a Roma, 9 dicembre 2021 (ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)
Caricamento player

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci, di Fratelli d’Italia, si è dimesso giovedì sera. Lo ha annunciato lui stesso in un video su Facebook. Musumeci ha spiegato che le ragioni delle sue dimissioni sono «di ordine tecnico, procedurale, e dettate dal buonsenso». In sostanza si è dimesso in modo che la Regione possa accorpare le prossime elezioni regionali alle politiche del 25 settembre, a cui il centrodestra arriva come grande favorito. Il mandato di Musumeci in teoria sarebbe scaduto a novembre.

Musumeci ha citato esplicitamente i risparmi che si otterranno grazie all’accorpamento delle regionali con le politiche, «dei minori disagi per le scuole che resteranno chiuse soltanto per il voto del 25 settembre» e anche del dimezzamento dei rischi di assembramento: «E poi due campagne elettorali di fila sarebbero state uno sforzo sul piano organizzativo che crea soltanto disordine e non serve alla democrazia».

Sulla propria possibile ricandidatura Musumeci ha detto di essere pronto «a guidare la coalizione di centrodestra», ma ormai da mesi sia la Lega che Forza Italia sembrano intenzionate a trovare un altro candidato presidente.