Xie Zhenhua durante la conferenza stampa (Jeff J Mitchell/Getty Images)

Cina e Stati Uniti hanno fatto una dichiarazione congiunta alla COP26

Hanno annunciato di voler ridurre le emissioni inquinanti in questo decennio, e di voler essere più ambiziosi nella lotta al cambiamento climatico

Xie Zhenhua durante la conferenza stampa (Jeff J Mitchell/Getty Images)

Gli Stati Uniti e la Cina hanno fatto una dichiarazione congiunta alla COP26, l’annuale conferenza delle Nazioni Unite sul clima in corso a Glasgow, in Scozia. Nel tardo pomeriggio di mercoledì, i rappresentanti dei due paesi hanno tenuto due conferenze stampa separate parlando della loro comune volontà di affrontare con maggiore ambizione il cambiamento climatico, e hanno annunciato di voler ridurre le emissioni inquinanti in questo decennio. La Cina, in particolare, ha annunciato un piano per ridurre le emissioni di metano.

Cina e Stati Uniti sono i paesi con le emissioni più alte al mondo di gas serra, i principali responsabili del cambiamento climatico. Xie Zhenhua, rappresentante cinese alla COP26, ha detto che «in quanto maggiori potenze mondiali, Cina e Stati Uniti devono prendersi le proprie responsabilità e lavorare insieme», e ha aggiunto che tra i due paesi ci sono più punti in comune che divergenze.

Dopo Xie ha parlato John Kerry, inviato speciale per il clima del governo statunitense. Ha detto che l’accordo tra i due paesi è il risultato di più di trenta incontri tra lui e Xie, e che «adesso le due economie più grandi al mondo hanno concordato di alzare il livello della “ambizione climatica” in questo decennio decisivo».