(FRANCO SILVI/ANSA)

Ora per entrare nel Regno Unito dall’Europa serve il passaporto

Dal 1° ottobre non basta più la carta d'identità, tranne che per alcune categorie di persone con permessi di lavoro o di soggiorno

(FRANCO SILVI/ANSA)

Tra le varie conseguenze di Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea avvenuta il primo gennaio del 2021, ce n’è anche una che riguarda i viaggi turistici dei cittadini europei. Fino al 1° ottobre per un cittadino di un paese dell’Unione Europea era possibile andare nel Regno Unito mostrando in aeroporto la sola carta d’identità. Dal primo ottobre, però, è entrata in vigore una nuova normativa del governo britannico che obbliga gran parte dei cittadini europei che vogliano visitare il Regno Unito ad avere un passaporto per entrare nel paese.

In base alla nuova normativa i cittadini di tutti e 27 i paesi dell’Unione Europea, più quelli di Svizzera, Liechtenstein, Islanda e Norvegia (paesi che non fanno parte dell’Unione Europea), possono andare nel Regno Unito senza bisogno di visto, rimanendo nel paese al massimo per 6 mesi. Alla frontiera in aeroporto dovranno però mostrare un passaporto che sia valido per tutto il tempo in cui si intende stare nel Regno Unito.

– Leggi anche: Continua la crisi del carburante nel Regno Unito

Non è possibile entrare nel paese con una carta d’identità valida nella propria nazione di provenienza, a meno che non si appartenga a una di queste categorie:

– Persone che abbiano ricevuto il Settled status, il permesso di soggiorno permanente a cui ha diritto chi risiede nel Regno Unito da almeno 5 anni, oppure il Pre-Settled status, un permesso temporaneo concesso in attesa di maturare i requisiti per ottenere quello permanente.
– Persone che abbiano fatto richiesta per il Pre-Settled status o per il Settled status ma che non hanno ancora ricevuto il certificato.
– Persone che abbiano ottenuto un permesso di ricongiungimento con un familiare che vive nel Regno Unito.
– Persone che abbiano un permesso di lavoro frontaliero.
– Persone che abbiano ricevuto un permesso di S2 Healthcare Visitor, cioè persone autorizzate a ricevere cure sanitarie specialistiche nel Regno Unito o che accompagnino una persona che rientra in questa categoria.
– Persone di nazionalità svizzera che abbiano un permesso speciale dedicato a chi lavora per un’azienda svizzera che opera anche nel Regno Unito.

Il sito del governo britannico specifica che la procedura che permette a queste categorie di persone di entrare nel paese con la carta d’identità è garantita solo fino al 31 dicembre 2025. Tutte le persone che non rientrano in queste categorie devono esibire già da ora il passaporto per entrare nel Regno Unito.

– Leggi anche: L’Irlanda del Nord potrebbe esistere ancora per poco