(il Post)

14 cose che abbiamo comprato il mese scorso

Tra cui un olio pugliese, una sega giapponese e un affermato minipimer

(il Post)

Wishlist è la rubrica mensile in cui parliamo degli acquisti online personali dei redattori, e vi suggeriamo oggetti che abbiamo provato noi stessi, di cui siamo soddisfatti al punto di consigliarveli. Prima questi oggetti arrivavano in redazione. Da quando la normalità è parzialmente sospesa, arrivano direttamente nelle nostre case.

Un olio pugliese
Quest’estate una redattrice è stata nel ristorante Antichi Sapori di Pietro Zito, che si trova ad Andria in Puglia. «Ho fatto una delle esperienze di cibo più buone della mia vita, quindi poi ho deciso di farmi arrivare il “pacco da giù”. Ho preso varie cose che non ho ancora aperto, e l’olio che avevo provato a crudo sulle orecchiette e che posso già dire che è davvero buono». Sul sito, la bottiglia da mezzo litro d’olio che ha preso lei costa 8 euro.

(il Post)

Una sega giapponese e altri attrezzi da lavoro
«Dovevo accorciare le spesse gambe di un tavolo di legno e mi serviva una sega precisa e senza dorso, in modo da poter completare il taglio in una sola volta», ha raccontato un redattore: «Probabilmente sono stato conquistato dal marketing delle seghe giapponesi e dopo aver letto un po’ in giro ho comprato una sega di tipo ryoba con due lame, una per tagli diagonali alla venatura del legno e una per tagli paralleli alla venatura. Mi sono detto che così avrei avuto una sega più versatile, buona anche se un giorno dovrò tagliare il tavolo per il lungo. Il taglio delle gambe è andato benissimo». Su Amazon la sega giapponese ryoba costa 25 euro.

(il Post)

– Leggi anche: 10 cose in sconto su Amazon questa settimana

Dopo la sega, lo stesso redattore ha comprato anche il Dremel, un attrezzo multiuso che «sembra uscito direttamente da una telepromozione». Ci si può fare più o meno di tutto, a seconda degli strumenti che ci si agganciano sopra. Anche tagliare la marmitta del vostro motorino. Costa 118 euro.

(il Post)

Infine il redattore, visto che ogni volta che deve fare lavoretti in casa non trova mai il punto giusto per appoggiarsi senza fare danni, ha comprato anche un rotolo di feltro, quello che viene usato spesso da imbianchini e muratori per non rovinare pavimenti e parquet. «Sono molto contento anche se non credo userò mai tutti e 15 i metri di feltro che ho comprato», ha detto. Costa 16 euro.

(il Post)

Un frullatore a immersione
Continua la saga del minipimer di Braun: a maggio un redattore l’aveva sentitamente consigliato a un collega, che era rimasto molto soddisfatto e il cui entusiasmo ha infine contagiato un’altra redattrice, che era in cerca da un po’ e che si è decisa a fare l’acquisto dopo averlo trovato in sconto sul sito di MediaWorld (dov’è tuttora in offerta a 54 euro). «Ho fatto una prova per verificare che tutto funzionasse e ho provato il tritatutto: è una potenza, letteralmente», ha detto la redattrice. «Devo prenderci un po’ la mano: quel giorno, volevo tagliuzzare le zucchine e la cipolla grossolanamente ed è venuto fuori un patè, quindi anziché come condimento per la pasta l’ho usato per una torta salata».

(il Post)

Un macinacaffè
Tra gli acquisti scaturiti da incontri ed esperienze estive, c’è anche quello di un redattore che ha comprato un macinacaffè. «Ho conosciuto una persona molto entusiasta del caffè che fanno all’Orsonero in via Morgagni, “il più buono di Milano”, che lui compra e macina in casa. Sono andato all’Orsonero e in effetti è buonissimo, così sono entrato anche io nella spirale del caffè marca Gardelli (assurdamente caro, io ho preso il Gora Kone e il Sao Silvestre) da macinare. Ma temo che non durerà molto». Su Amazon il suo macinacaffè costa 20 euro.

(il Post)

– Leggi anche: Una lista che farà cadere in tentazione anche i più fedeli a Google Calendar

Una saponetta
Una redattrice che adora scegliere, comprare e usare le saponette (come bagnoschiuma), ne ha ricomprata una della marca Apiarium che le era stata regalata e con cui si era trovata molto bene. «Mi piace perché ha un profumo dolce ma non dolciastro, e la schiuma ha una bella consistenza morbida, che durante il lavaggio sembra quasi oleosa anche se lascia la pelle pulitissima e assolutamente asciutta. È anche un sapone molto delicato, che va molto bene per quelli che come me hanno problemi di pelle e devono usare solo saponi delicati per evitare arrossamenti o dermatiti». La sua è al profumo di vaniglia e mandorla e sul sito di Apiarium costa 4 euro e 50.

(il Post)

Un rasoio
«Per chi si rasa la testa, è un po’ una ricerca infinita trovare un rasoio che segua la forma della testa, appunto, e che sia comodo. Questo lo è abbastanza»: è ciò che ha detto un redattore di un rasoio elettrico ricaricabile comprato su Amazon a 34 euro.

(il Post)

Un irrigatore automatico
Un redattore con un terrazzo pieno di piante ha comprato un irrigatore automatico che ha definito «la svolta»: l’estate scorsa aveva chiesto ad alcuni amici di bagnarle mentre era in vacanza, ma molte piante a cui teneva si erano seccate comunque. «Quest’anno ho voluto provare l’annaffiatore automatico e quando sono tornato ho trovato una mezza giungla. Nessuna pianta ha sofferto il caldo, anzi sono cresciute tutte moltissimo», ha detto. Su Amazon costa 28 euro.

(il Post)

Uno spruzzatore
Per dare sollievo alle piante del terrazzo sotto il sole di agosto senza annegarle, un altro redattore invece ha comprato un nebulizzatore, che ha definito «pro». Su Amazon costa 10 euro.

(il Post)

Un cucchiaio per il gelato
Un redattore ha comprato questo cucchiaio da gelato, che volendo si può usare anche per creare piccole sfere di anguria o melone. Su Amazon costa 10 euro. Ha detto di essersi deciso a metà agosto «dopo aver passato due mesi a usare un cucchiaio normale e a darmi dello scemo ogni volta».

(il Post)

Scarpe da scoglio
Per le sue vacanze al mare, un redattore si è procurato un paio di scarpe da scoglio di Decathlon, per tutte quelle situazioni in cui l’accesso al mare mette a dura prova le piante dei piedi. Sono facili da indossare, si asciugano velocemente e la suola non fa scivolare. Il redattore le ritiene un acquisto utilissimo, anche se probabilmente fino a qualche anno fa non l’avrebbe fatto: «Sono ufficialmente diventato anziano», ha commentato. Sul sito di Decathlon ci sono in quattro colori e costano 10 euro.

(il Post)

– Leggi anche: Dove comprare i libri scolastici online, anche usati

Una tastiera “multipla”
Anche il vicedirettore del Post Francesco Costa ha infine comprato una tastiera di Logitech che Consumismi aveva segnalato più volte nel tempo. Ha una funzione che la sua vecchia tastiera non aveva e che gli farà risparmiare un bel po’ di tempo: grazie a tre tasti grigi in alto a sinistra, si accoppia istantaneamente con tre dispositivi diversi, senza che sia necessario mettere la tastiera in modalità “ricerca dispositivo” e poi fare “cerca dispositivo” sul proprio computer portatile, smartphone o tablet a seconda delle necessità. «Clicchi 1 e scrivi sul MacBook, clicchi 2 e scrivi sul telefono, clicchi 3 e scrivi sull’iPad: istantaneo e super comodo se vi serve poter scrivere rapidamente su più dispositivi». Su Amazon costa 50 euro.

Uno zaino
Oltre alla tastiera, il vicedirettore del Post ha comprato uno zaino: «Siccome ho passato tutte le ferie lamentandomi di quanto fosse inadeguato alla vita non di città il mio zaino, piccolo e privo di tasche, me ne sono comprato uno nuovo di Patagonia». Il modello si chiama Black Hole ed è da 32 litri: sul sito di Patagonia costa 130 euro.

(il Post)

Se ne vuoi ancora, qui trovi tutte le liste degli oggetti che abbiamo comprato nei mesi passati.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.