Cose utili per chi usa molto un computer portatile

Lavorarci tenendolo direttamente appoggiato sul tavolo alla lunga fa male alla schiena, ma ci sono modi per migliorare le cose

Lavorare con un computer portatile come in questo coworking di Berlino, senza supporti, mouse e tastiere, non fa bene alla schiena (Robert Schlesinger/picture-alliance/dpa/AP Images)

Se state leggendo quest’articolo dallo schermo di un computer portatile e non di uno smartphone o di un tablet, questo articolo potrebbe essere per voi, che magari davanti a quel computer portatile ci passate diverse ore ogni giorno per lavoro. Abbiamo messo insieme una lista di oggetti utili per la salute della vostra schiena: sono quelli di cui potreste aver sentito parlare a un corso di sicurezza sul lavoro e che forse, se siete freelance, non sapete quanto siano importanti.

Passare tanto tempo seduti guardando lo schermo di un computer può essere dannoso sia per la schiena che per gli occhi, specialmente se si usa un computer portatile, che costringe – o permette – di assumere posizioni strane e scomposte. Per questo in un allegato del decreto legislativo 81 del 2008 sulla salute e sicurezza sul lavoro furono indicati tre oggetti che permettono di mantenere una postura corretta anche lavorando con un computer portatile:

«L’impiego prolungato dei computer portatili necessita della fornitura di una tastiera e di un mouse o altro dispositivo di puntamento esterni nonché di un idoneo supporto che consenta il corretto posizionamento dello schermo».

Il supporto per il computer deve essere fatto in modo che lo schermo disti almeno 40 centimetri dai vostri occhi, in modo che non dobbiate piegare il collo per guardare lo schermo. Wirecutter, l’autorevole sito di recensioni di oggetti del New York Times, consiglia i supporti del marchio Rain Design: sono abbastanza costosi, ma sono resistenti, facili da regolare e adatti anche ai portatili con lo schermo più grande. Il modello più economico è il Rain Design mStand, che su Amazon si trova a 45 euro (su ePrice a 57). Ce ne sono moltissimi altri di altri marchi che costano meno: in generale per sceglierne uno è meglio preferire quelli con una forma simile all’mStand, che sollevano il computer di circa 15 centimetri e hanno la base in alluminio, in modo da dissipare il calore emesso dal computer. L’mStand ha il vantaggio che rispetto a molti altri supporti – come quello di Amazon Basics, che costa circa 20 euro – può essere usato anche con portatili da 15 pollici.

Se si usa un supporto per il computer diventa poi necessario procurarsi un mouse e una tastiera aggiuntiva, ma il mouse è bene usarlo a prescindere dal supporto: per affaticare meno le braccia e i tendini della mano e ridurre l’angolazione dei polsi è bene tenere entrambi gli avambracci appoggiati mentre si lavora.

Tra quelli senza filo, Wirecutter consiglia il Marathon M705 di Logitech, che è anche molto apprezzato dai clienti del sito italiano di Amazon: ha quattro stelle su cinque e 621 recensioni. Lo trovate a 32 euro. Funziona bene su tutte le superfici, tranne il vetro, e ha otto pulsanti programmabili con varie funzioni. La redazione di Wirecutter ne sta usando uno dall’inizio del 2016 e non ha ancora cambiato le batterie. Uno svantaggio: non si può connettere usando il Bluetooth, ha un piccolo ricevitore da attaccare al computer attraverso una porta USB.

Se siete disposti a spendere un po’ di più perché nel vostro lavoro il mouse vi serve moltissimo, Wirecutter consiglia il Mx Master 2S, sempre di Logitech. Su Amazon si trova a circa 84 euro, su ePrice il modello in bianco costa un po’ meno, come uno rimasto su eBay. Rispetto al Marathon M705, funziona anche sulle superfici di vetro, si può collegare al computer via Bluetooth e, oltre a sei pulsanti programmabili, ha anche due diverse rotelle, una principale e una per il pollice. Inoltre ha una forma più ergonomica, con un appoggio per il pollice, che lo rende più comodo. Funziona con una batteria ricaricabile che secondo i test di Wirecutter dura per 70 giorni, come dice Logitech.

Infine, se avete mani molto grandi Wirecutter consiglia il Performance Mouse di Logitech: costa 89 euro e bisogna dire che è un modello un po’ datato, quindi non ha gli stessi vantaggi dell’Mx Master 2S.

Passando alla tastiera, Wirecutter consiglia la Logitech K380. Via Bluetooth si può connettere con tre diversi dispositivi (permette di passare velocemente da uno all’altro) e ha il vantaggio di essere molto compatta e leggera e quindi adatta a essere portata in giro. Logitech dice che la sua batteria dura fino a due anni, ma un redattore del Post che la usa quotidianamente dice che le batterie vanno cambiate almeno una volta all’anno. Ha i tasti rotondi, cosa che all’inizio potrebbe risultare un po’ strana, ma ci si abitua in fretta. Costa circa 44 euro, anche su ePrice; nella versione blu costa un po’ meno. Alcuni svantaggi: non ha la retroilluminazione e dato che si può usare con qualsiasi sistema operativo non ha alcune caratteristiche proprie di tastiere pensate per i computer che hanno Windows o per i Mac. Se vi interessa che la vostra tastiera sia adatta specificamente al vostro tipo di computer, dovete spendere un po’ di più. Se per il vostro lavoro dovete scrivere molto, forse a causa delle sue dimensioni ridotte non è la tastiera più indicata.

In aggiunta a supporto per il computer, mouse e tastiera, ci sono alcuni altri oggetti che potete acquistare per migliorare la vostra postura mentre lavorate. Una che inizialmente potrebbe mettervi in imbarazzo con i colleghi, se lavorate in uno spazio comune, è un cuscino lombare: questo, molto apprezzato su Amazon, è in memory foam e costa 19 euro. Un’altra è un leggio per documenti, che può servire a chi deve leggere qualcosa su un foglio di carta mentre lavora al computer: vi evita di fare un continuo movimento con il collo che alla lunga può essere scomodo.

In ogni caso ricordate che non c’è oggetto ergonomico che tenga se state seduti “scomposti” o se tenete le gambe incrociate, cosa che non fa bene alla vostra spina dorsale e nemmeno alla circolazione sanguigna delle vostre gambe. Lo spiega bene un storia su Instagram di Cristina Fogazzi, più nota come l’Estetista Cinica: se già le vostre gambe e caviglie tendono a gonfiarsi stando seduti per molto tempo, accavallare le gambe può aumentare il problema. Per evitare che vi si gonfino le gambe, mantenere la schiena in una posizione più corretta e anche solo per appoggiare bene i piedi se non siete molto alti, una cosa che potete usare è un poggiapiedi: quello di Amazon Basics costa 18 euro.

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli con il tag Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Mostra commenti ( )