Lionel Messi saluta i tifosi del Paris Saint-Germain dopo essere arrivato all'aeroporto Le Bourget di Parigi (AP Photo/Francois Mori)
  • Sport
  • martedì 10 Agosto 2021

Messi giocherà nel Paris Saint-Germain

A pochi giorni dall'annuncio del mancato rinnovo con il Barcellona, il più forte e rappresentativo giocatore della storia del club catalano va in Francia

Lionel Messi saluta i tifosi del Paris Saint-Germain dopo essere arrivato all'aeroporto Le Bourget di Parigi (AP Photo/Francois Mori)

Dalla prossima stagione il calciatore argentino Lionel Messi, tra i più forti di sempre e da vent’anni capitano e bandiera del Barcellona, giocherà con il club francese del Paris Saint-Germain. Lo ha confermato il padre del giocatore al canale televisivo spagnolo La Sexta, mentre si trovava all’aeroporto di Barcellona El Prat in partenza per Parigi, dove oggi il figlio firmerà il contratto con la nuova squadra.

La notizia era stata già ampiamente anticipata nei giorni scorsi: il Paris Saint-Germain, di proprietà qatariota, è infatti la società che sta spendendo più di ogni altra in questa sessione estiva di calciomercato, ed era considerata tra le poche in Europa a potersi permettere di pagare il contratto di Messi, che il Barcellona non ha potuto rinnovare per il tetto alla spesa fissato dal campionato spagnolo. Secondo i giornali sportivi Messi guadagnerà 25 milioni di euro a stagione per due anni, ma circolano anche cifre significativamente più alte.

Messi, che 34 anni ed è uno dei calciatori più vincenti di sempre, ha giocato per 21 anni con il Barcellona, fin dalle giovanili, e vederlo in una squadra diversa sembrava fino a qualche tempo fa un’ipotesi poco realistica. Già l’estate scorsa in realtà aveva avuto grossi problemi con la dirigenza, e sembrava sul punto di andarsene, ma la questione pareva poi risolta e giocatore e società negli ultimi mesi si erano detti intenzionati a rinnovare il contratto. La situazione di forte indebitamento del club, però, lo ha impedito: nonostante Messi avesse accettato una diminuzione del 50 per cento dello stipendio, il rinnovo sarebbe comunque stato impossibile per il club, a causa delle nuove regole imposte dalla Liga sui limiti di spesa delle società.

 

A Parigi, Messi giocherà in un tridente di attacco insieme al francese Kylian Mbappé, considerato uno dei più forti giocatori al mondo sotto ai 25 anni, e al brasiliano Neymar, che era già stato suo compagno al Barcellona anni fa. Con l’arrivo di Messi il PSG, che in questa sessione di mercato aveva già comprato l’ala Achraf Hakimi dall’Inter e ingaggiato il difensore Sergio Ramos e il portiere Gianluigi Donnarumma, in questo momento probabilmente il più forte al mondo, ha messo insieme una squadra impressionante, provocando entusiasmo tra i tifosi e critiche da chi vede un problema in questo grande accentramento di talenti e in questa enorme capacità di spesa, consentita dalla ricchissima proprietà qatariota.

Messi, sei volte Pallone d’Oro, era il capitano del Barcellona e il giocatore più vincente nella storia del club: aveva iniziato la sua carriera nelle giovanili dei Newell’s Old Boys, in Argentina, e nel 2000 era stato acquistato dal Barcellona. Quattro anni dopo, a 17 anni, aveva fatto il suo esordio in prima squadra e già dall’anno successivo era diventato una presenza fissa tra i titolari.

Domenica aveva tenuto una commossa conferenza stampa per dare l’addio al Barcellona, dicendo di aver fatto tutto ciò che aveva potuto per restare. Aveva detto anche di non aver ancora firmato un contratto con nessuna altra squadra, e aveva definito il suo passaggio al Paris Saint-Germain solo come «possibile».