(AP Photo/Joan Monfort)

La conferenza stampa con cui Messi ha salutato il Barcellona

«Ho fatto tutto ciò che ho potuto per restare ma non è stato possibile» ha detto in lacrime spiegando perché se ne va dopo oltre vent'anni

(AP Photo/Joan Monfort)

Lionel Messi, il più grande calciatore della storia del Barcellona e uno dei più forti di sempre, ha tenuto domenica una commossa conferenza stampa convocata il giorno dopo l’annuncio che cambierà squadra per questioni di tetto salariale, legate ai debiti della società. «Ho fatto tutto ciò che ho potuto per restare ma non è stato possibile» ha detto Messi, dicendo che era il suo più grande desiderio e dando una parziale conferma del fatto che la prossima stagione giocherà al club francese del Paris Saint-Germain, notizia non ancora ufficiale ma data per sicura dai più attendibili giornalisti sportivi. In lacrime, Messi ha ricevuto molti applausi nel corso della lunga conferenza stampa.

Il contratto di Messi è scaduto, e in base alle nuove regole finanziarie della Liga spagnola per il Barcellona – pieno di debiti – rinnovarglielo comporterebbe enormi problemi, che secondo il presidente del club Joan Laporta metterebbero la società in pericolo per cinquant’anni. Questo nonostante Messi avesse accettato di tagliarsi l’ingaggio del 50 per cento.

«Non avevo mai immaginato di dover dire addio» ha detto Messi, aggiungendo che spera di poter tornare prima o poi, «in qualsiasi forma». Ha definito il trasferimento al PSG «possibile»: secondo il quotidiano sportivo L’Équipe farà le visite mediche tra stasera e domani. Messi ha detto che avrebbe voluto salutare i tifosi in un Camp Nou – lo stadio di Barcellona – pieno: a centinaia erano comunque fuori dallo stadio, dove si è tenuta la conferenza.

Messi è stato probabilmente il più forte e vincente giocatore a rimanere legato per gran parte della carriera a un solo club: con il Barcellona, nel quale è partito nelle giovanili più di vent’anni fa, ha disputato 17 stagioni vincendo 4 Champions League, 10 campionati nazionali, 3 mondiali per club, 3 supercoppe europee, 7 coppe di Spagna e 8 supercoppe spagnole.