Simone Biles dopo il ritiro nel concorso a squadre (Laurence Griffiths/Getty Images)
  • Sport
  • mercoledì 28 Luglio 2021

Simone Biles si è ritirata da un’altra gara

Dopo la rinuncia al concorso a squadre di martedì per problemi di stress, la più forte ginnasta al mondo non parteciperà nemmeno al concorso individuale

Simone Biles dopo il ritiro nel concorso a squadre (Laurence Griffiths/Getty Images)

La ginnasta americana Simone Biles, la più forte in attività e una delle atlete più attese alle Olimpiadi di Tokyo, non parteciperà nemmeno alla finale del concorso generale individuale in programma giovedì, dopo essersi ritirata a sorpresa durante la finale della gara a squadre martedì per problemi legati allo stress e alla gestione della grande pressione che la circonda. Biles aveva vinto la medaglia d’oro a Rio de Janeiro nel 2016, nella gara – chiamata anche “all around” – più importante della ginnastica, in cui le atlete fanno gli esercizi in tutte e quattro le specialità: trave, parallele, volteggio e corpo libero. Puntava a diventare la prima a vincere l’oro in due Olimpiadi consecutive, da quando lo fece nel 1968 la cecoslovacca Vera Caslavska.

Il suo ritiro dal concorso generale individuale è stato comunicato mercoledì mattina dalla federazione di ginnastica americana, che in una nota ha scritto: «Dopo ulteriori valutazioni, Simone Biles si è ritirata dalla finale del concorso generale. Sosteniamo con tutto il cuore la decisione di Simone e applaudiamo il suo coraggio nel dare priorità al suo benessere. Il suo coraggio mostra, ancora una volta, perché è un modello per così tanti».

Dopo l’annuncio del ritiro dalla finale a squadre, inizialmente motivato dalla federazione da un generico problema fisico, Biles era rimasta a tifare per le compagne a bordo campo. Lei stessa aveva poi spiegato di non avere «nessun infortunio, solo una piccola ferita nell’orgoglio».

In una conferenza stampa, la mattina successiva, Biles ha detto di essere stata influenzata dalla tennista giapponese Naomi Osaka, che a maggio si era ritirata dal Roland Garros, dopo le polemiche seguite al suo annuncio di voler rinunciare alle conferenze stampa, per evitare le pressanti e spesso inopportune domande dei giornalisti e proteggere il suo stato di salute mentale. «Dobbiamo proteggere le nostre teste e i nostri corpi, e non solo andare lì e fare quello che il mondo vuole che facciamo» ha detto Biles.

La federazione americana ha aggiunto che Biles continuerà ad essere valutata di giorno in giorno per capire se potrà partecipare o meno alle prossime quattro finali in programma: volteggio, trave, parallele e corpo libero. In due di queste (volteggio e corpo libero) è la campionessa olimpica in carica.