(Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 10 Maggio 2021

Novant’anni di maglia rosa

Un po' di foto di quelli che sono finiti dentro la divisa più importante del ciclismo italiano, dal 10 maggio 1931 fino a oggi

(Getty Images)

I novant’anni della maglia rosa, il riconoscimento assegnato al corridore in testa alla classifica generale del Giro d’Italia, cadono alla terza tappa dell’edizione in corso, la centoquattresima. Dopo la vittoria dell’anno scorso dell’inglese Tao Geoghegan Hart — l’unico a essere arrivato primo nella classifica finale senza mai aver indossato la maglia rosa prima dell’ultima tappa — ora è indossata dall’italiano Filippo Ganna. Il primo in assoluto fu Learco Guerra, che il 10 maggio 1931 la indossò per distinguersi dagli altri su idea di Armando Cougnet, tra i giornalisti della Gazzetta dello Sport che istituirono la corsa. Cougnet scelse il rosa delle pagine del giornale organizzatore come un decennio prima, in Francia, l’Equipe aveva scelto il giallo per la maglia del leader del Tour de France. Da allora è stata indossata da centinaia di corridori, famosi e meno famosi, come quelli nelle foto raccolte qui sotto.