Torino (ANSA/TINO ROMANO)
  • Italia
  • lunedì 15 Marzo 2021

Da oggi l’Italia è quasi tutta rossa e arancione

Non ci sono più zone gialle, mentre la Sardegna è l'unica regione in zona bianca

Torino (ANSA/TINO ROMANO)

Da oggi, lunedì 15 marzo, diverse regioni italiane cambiano colore, in base a tre ordinanze firmate dal ministro della Salute: alcune regioni che fin qui erano state in zona arancione passano in zona rossa, mentre non ci sono più zone gialle. Sempre oggi, infatti entra in vigore un nuovo decreto legge che prevede che alle regioni in zona gialla si applichino le stesse misure della zona arancione. La Sardegna continua a restare l’unica regione in zona bianca.

– Leggi anche: Le regole per le zone rosse

Passano in zona rossa Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento; e continuano a essere in zona rossa Campania e Molise. La Basilicata, che era in zona rossa, passerà in zona arancione da domani, martedì 16 marzo. Tutte le altre regioni, esclusa la Sardegna, passano o restano in zona arancione: la Toscana è in zona arancione, ma 3 sue province (Arezzo, Pistoia e Prato) sono in zona rossa.

La zona rossa è quella per cui sono previste le maggiori restrizioni, a partire dal divieto di uscire di casa – se non per motivi di lavoro, necessità e salute – e dalla sospensione di gran parte delle attività commerciali, nonché la sospensione di tutte le attività didattiche in presenza. Sia per le zone rosse che per quelle arancioni resta in vigore il coprifuoco tra le 22 e le 5.

– Leggi anche: Le regole per le zone arancioni

Le cose da sapere sul coronavirus

Nelle zone arancioni è invece possibile spostarsi restando all’interno dello stesso comune. Gli spostamenti verso altri comuni e anche verso altre regioni sono consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Sia per le zone rosse che per quelle arancioni è consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione e il rientro nelle “seconde case” che si trovino dentro e fuori regione.

Inoltre, durante le feste di Pasqua, cioè sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile, tutte le regioni saranno considerate in zona rossa (sempre con la sola eccezione della Sardegna). In questi giorni sarà però possibile, senza uscire dalla propria regione, fare uno spostamento al giorno verso altre abitazioni private, rispettando determinate condizioni.