• Mondo
  • martedì 26 Gennaio 2021

La Camera statunitense ha trasmesso gli atti dell’impeachment contro Trump al Senato

La Camera statunitense ha trasmesso gli atti dell’impeachment contro l’ex presidente Donald Trump al Senato, dove si terrà il processo a partire dalla seconda settimana di febbraio. Trump è accusato di avere «istigato l’insurrezione» di centinaia di propri sostenitori, che il 6 gennaio avevano attaccato il Congresso statunitense mentre certificava l’elezione di Joe Biden a presidente degli Stati Uniti.

A metà gennaio la Camera aveva già approvato l’istituzione di un processo per impeachment con 232 deputati a favore e 190 contro. Trump era quindi diventato il primo presidente a essere messo sotto impeachment per due volte: il primo processo, terminato con l’assoluzione, aveva riguardato le pressioni sul presidente ucraino affinché aprisse un’indagine contro Joe Biden.

Per condannare Trump, in Senato i Democratici avranno bisogno dell’appoggio di 17 Repubblicani. Lunedì il presidente Biden ha detto a CNN di non credere che ci saranno i voti sufficienti per arrivare a una condanna.

– Leggi anche: A cosa serve l’impeachment adesso?

Un momento della trasmissione degli atti dell’impeachment contro l'ex presidente Donald Trump al Senato (Melina Mara/The Washington Post)