Le proteste di Demba Ba durante la partita del gruppo H di Champions League tra Paris Saint-Germain e Istanbul Basaksehir (ANSA/EPA/IAN LANGSDON)
  • Sport
  • mercoledì 9 Dicembre 2020

Cos’è successo durante la partita di Champions League tra PSG e Basaksehir

La partita è stata sospesa dopo che il quarto uomo è stato accusato di aver rivolto un insulto razzista a un assistente tecnico della squadra turca: riprenderà questa sera con altri arbitri

Le proteste di Demba Ba durante la partita del gruppo H di Champions League tra Paris Saint-Germain e Istanbul Basaksehir (ANSA/EPA/IAN LANGSDON)

La partita di Champions League giocata martedì sera a Parigi tra Paris Saint-Germain e Istanbul Basaksehir è stata interrotta al tredicesimo minuto del primo tempo dopo che il quarto uomo – uno degli assistenti dell’arbitro – è stato accusato di aver usato una parola razzista per riferirsi a un membro della squadra turca. Il quarto uomo romeno Sebastian Coltescu ha indicato come «quello nero» (usando l’espressione romena «ala negru») Pierre Webo, uno degli assistenti dell’allenatore turco Okan Buruk. Dopo molti minuti di discussione i calciatori delle due squadre hanno deciso di abbandonare il campo. La partita è stata sospesa e poi rimandata a mercoledì.

Pierre Webo, ex calciatore camerunense, ha accusato Coltescu di averlo chiamato «negro» per indicarlo all’arbitro, Ovidiu Hațegan, che voleva espellerlo per proteste. Webo a quel punto ha protestato con Coltescu chiedendogli perché avesse usato una parola razzista e ne è nata una discussione in cui sono intervenuti sia i giocatori del Basaksehir che quelli del PSG. Prima il senegalese Demba Ba e poi il brasiliano Neymar e il francese Mbappé sono intervenuti per chiedere cosa fosse successo all’arbitro, che infine al 24esimo minuto ha deciso di sospendere definitivamente la partita. Inizialmente sembrava che la partita avrebbe potuto ricominciare dopo la sostituzione di Coltescu con il quinto uomo, l’italiano Mariani, ma sembra che il Basaksehir abbia rifiutato.

La UEFA ha aperto un’inchiesta sulla vicenda e in tarda serata ha deciso che la partita proseguirà mercoledì sera alle ore 18.55, dal minuto di gioco in cui era stata sospesa martedì, con un’altra terna arbitrale. A dirigere la partita sarà l’olandese Danny Makkelie, assistito dal connazionale Mario Diks e dal polacco Marcin Boniek. Sarà polacco anche il quarto uomo, Bartosch Frankowsky. Sono stati confermati gli italiani Marco Di Bello e Maurizio Mariani al VAR.