Le barriere del Mose in funzione (ANSA / Andrea Merola)
  • Italia
  • sabato 3 Ottobre 2020

Le barriere del Mose hanno funzionato

Dalle 8.35 di questa mattina sono state sollevate per contenere l'acqua alta prevista oggi a Venezia, per la prima volta e a quanto pare con successo

Le barriere del Mose in funzione (ANSA / Andrea Merola)

Questa mattina tutte e quattro le barriere del Mose poste tra la laguna veneta e il mare Adriatico sono state alzate per proteggere Venezia e le altre isole della laguna dall’acqua alta prevista oggi: è stata la prima volta dopo i numerosi test dei mesi passati. A partire dalle 8.35 sono state sollevate tutte le 78 paratoie che formano il Mose – il sollevamento è durato poco più di un’ora – e a quanto pare hanno funzionato: l’alta marea ha raggiunto il picco tra le 11.30 e le 12, e la città non è stata invasa dall’acqua come accade di solito in queste situazioni.

A San Marco, il punto più basso di Venezia, la marea è rimasta stabilmente attorno ai 70 centimetri: la piazza è rimasta asciutta, mentre di solito è uno dei primi luoghi ad allagarsi appena la marea supera gli 80 centimetri.

Cinzia Zincone, dirigente del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e responsabile delle opere pubbliche nel Triveneto, ha detto che «il test è andato bene» e che non è filtrata acqua: «Si apprezza una consistente differenza di altezza dell’acqua tra la parte difesa dal Mose e quella che non lo è».

– Leggi anche: Quanto è frequente l’acqua alta a Venezia