Lewis Hamilton nel paddock dopo la vittoria del Gran Premio d'Ungheria (Bryn Lennon/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 19 Luglio 2020

Lewis Hamilton ha vinto anche in Ungheria

In un Gran Premio di Formula 1 senza storia, il campione del mondo della Mercedes è partito in testa e ci è rimasto per settanta giri

Lewis Hamilton nel paddock dopo la vittoria del Gran Premio d'Ungheria (Bryn Lennon/Getty Images)

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio d’Ungheria, ottenendo la seconda vittoria consecutiva nel Campionato mondiale di Formula 1 dopo quella della scorsa settimana in Austria. Il pilota della Mercedes è partito in testa, ha guadagnato una decina di secondi di vantaggio solamente nei primi dieci giri e ha concluso la gara in solitaria, doppiando quasi tutti. In questo fine settimana in Ungheria, Hamilton ha ottenuto tutto quello che poteva ottenere: pole position, record della pista, vittoria, giro più veloce in gara e quindi un punto addizionale in classifica.

  1. Hamilton (Mercedes)
  2. Verstappen (Red Bull)
  3. Bottas (Mercedes)
  4. Stroll (Racing Point)
  5. Albon (Red Bull)
  6. Vettel (Ferrari)
  7. Perez (Racing Point)
  8. Ricciardo (Renault)
  9. Magnussen (Haas)
  10. Sainz (McLaren)
  11. Leclerc (Ferrari)
  12. Kvyat (Alpha Tauri)
  13. Ocon (Renault)
  14. Norris (McLaren)
  15. Grosjean (Haas)
  16. Raikkonen (Sauber Alfa Romeo)
  17. Giovinazzi (Sauber Alfa Romeo)
  18. Russel (Williams)
  19. Latifi (Williams)

Dietro di lui Max Verstappen, partito settimo, è riuscito a portare la Red Bull sul podio nonostante il pilota olandese fosse andato a sbattere nel giro di formazione prima della partenza; i suoi meccanici sono riusciti tuttavia a riparare la macchina in tempo. Al terzo posto si è classificato Valtteri Bottas, secondo pilota della Mercedes. A confermare ulteriormente la superiorità della scuderia tedesca c’è anche il quarto posto di Lance Stroll, pilota della Racing Point, scuderia canadese che utilizza motori tedeschi le cui monoposto sono state disegnate “ricalcando” le Mercedes dell’anno scorso.

Lewis Hamilton al traguardo (Bryn Lennon/Getty Images)

Dopo il pessimo inizio di stagione segnato da tre ritiri e un secondo posto in due gare, la Ferrari è almeno riuscita a concludere tutti i settanta giri, anche se è stata doppiata dalla Mercedes di Hamilton. Sebastian Vettel ha concluso il Gran Premio ungherese al sesto posto, mentre Charles Leclerc, sesto in griglia di partenza, si è piazzato in undicesima posizione. Arrivati alla terza gara della stagione, sembrano non esserci più dubbi sul fatto che la Ferrari si sia presentata al Mondiale con una macchina sbagliata che ha bisogno di essere ripensata per essere competitiva.

La classifica piloti dopo tre gare:

  1. Hamilton (Mercedes) 63
  2. Bottas (Mercedes) 58
  3. Verstappen (Red Bull) 33
  4. Norris (McLaren) 26
  5. Albon (Red Bull) 22
  6. Perez (Racing Point) 22
  7. Leclerc (Ferrari) 18
  8. Stroll (Racing Point ) 18
  9. Sainz (McLaren) 14
  10. Vettel (Ferrari) 9