Saint Jean de Luz, Francia, 14 maggio 2020 (AP Photo/Bob Edme)

Come riaprono le scuole in Europa

Soltanto in Italia e Spagna resta tutto chiuso fino a settembre: altrove si riparte, ma gradualmente e con molte limitazioni

Saint Jean de Luz, Francia, 14 maggio 2020 (AP Photo/Bob Edme)

Il 13 maggio la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha detto che, per contenere il contagio da coronavirus, in Italia non si tornerà a scuola prima di settembre; l’unica attività svolta di persona quest’anno sarà l’esame di maturità, mentre quello di terza media si terrà a distanza. Nel resto d’Europa, invece, le scuole stanno gradualmente riaprendo, anche se parzialmente e con molte limitazioni. Tutti i paesi prevedono regole di sicurezza sanitaria, come il distanziamento fisico, la riduzione del numero di alunni per aula e frequenti sanificazioni alle strutture; alcuni richiedono agli studenti di indossare la mascherina, altri suddividono le classi in due e ne alternano la didattica, a distanza e in presenza.

– Leggi anche: Come sarà l’esame di maturità quest’anno

La maggior parte dei paesi ha dato priorità agli studenti dell’ultimo anno delle secondarie, che devono affrontare l’esame di stato; qualcuno si è preoccupato di quelli del primo anno della primaria, cioè del primo anno di scuola. Alcuni prevedono un ritorno su base volontaria, in altri, come in Finlandia, la presenza in classe è obbligatoria e non c’è una didattica a distanza alternativa. Come l’Italia, soltanto la Spagna ha previsto un rientro a settembre, aprendo le aule unicamente agli studenti dell’ultimo anno che devono dare l’esame.

Danimarca
Le scuole hanno riaperto il 15 aprile per i bambini con meno di 11 anni, il primo paese in Europa a farlo. I bambini sono suddivisi in piccoli gruppi di 12 studenti, le cosiddette “bolle protettive“, che non entrano mai in contatto le une con le altre.
L’anno scolastico termina il 28 giugno.

Germania
Le decisioni sono prese dai singoli stati che, in generale, hanno riaperto le scuole dal 27 aprile per gli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria, che devono affrontare gli esami, e successivamente riapriranno anche per gli studenti dell’ultimo anno della primaria, anche loro sotto esame. Gli asili nido e le scuole per l’infanzia resteranno chiuse ma sarà garantito un servizio per i figli di genitori che lavorano entrambi fuori casa.
La fine dell’anno scolastico varia da stato a stato: a Berlino per esempio si stacca a fine giugno e si riprende a inizio agosto, in Baviera termina a fine luglio e riprende a inizio settembre.

Regno Unito
In Inghilterra le scuole riapriranno dal primo giugno, gradualmente e limitatamente ad alcune classi, cioè solo per la prima e la sesta delle elementari (per i bambini dai 5 ai 6 e dai 10 agli 11 anni). Gli studenti degli ultimi due anni delle secondarie inizieranno ad avere alcuni incontri di persona con gli insegnanti, ma il ritorno in classe avverrà a settembre. Gli asili nido inizieranno ad accogliere gradualmente i bambini.
Il ministero dell’Istruzione si augura che tutti i bambini della primaria tornino a scuola, possibilmente per un mese, prima della pausa estiva, che inizierà il 20 luglio.
Galles, Scozia e Irlanda del Nord non hanno annunciato riaperture, ed è possibile che non avvengano entro la fine dell’anno scolastico.

Portogallo
Oggi ritornano in classe gli studenti dell’11esimo e 12esimo anno delle superiori, dai 16 ai 17 anni, perché devono affrontare gli esami. Riaprono anche gli asili nido.
L’anno scolastico termina, in base alla classe, tra il 3 e il 19 giugno.

Polonia
Dal 25 maggio riapriranno i nidi per i bambini tra 1 e 3 anni e riprenderanno gli incontri di persona tra insegnanti e studenti degli ultimi due anni delle superiori (15-17 anni), in vista dell’esame dell’ultimo anno. Riprenderanno anche alcune lezioni universitarie per gli studenti dell’ultimo anno.
L’anno scolastico termina il 26 giugno.

Francia
Le scuole primarie hanno riaperto gradualmente dall’11 maggio, le secondarie riapriranno a fine mese; il 18 maggio hanno ripreso anche il corrispettivo della prima e seconda media italiana, solo dove la condizione epidemiologica l’ha consentito. Le classi non potranno superare i 15 studenti e dagli 11 anni in poi si dovrà indossare la mascherina. Il governo ha specificato che la riapertura è volontaria e non sarà obbligatorio ritornare in classe.
L’anno scolastico termina il 4 luglio.

Norvegia
Le scuole per l’infanzia hanno riaperto il 20 aprile, le elementari una settimana dopo. I bambini sono stati suddivisi, come in Danimarca, in piccoli gruppi che non interagiscono gli uni con gli altri.

Finlandia
Le scuole primarie hanno riaperto il 14 maggio mentre le secondarie continueranno a fare didattica a distanza. Il ritorno in classe è obbligatorio e durerà due settimane, fino al termine dell’anno scolastico, previsto per il 6 giugno. Il nuovo anno inizierà il 7 agosto.

Svizzera
Il ritorno in classe di tutte le scuole dell’obbligo è iniziato l’11 maggio ma le decisioni sono prese dai singoli cantoni. Nella maggior parte del paese sono rientrati tutti gli studenti e hanno seguito i soliti orari, ma nei cantoni francofoni, a Zurigo e a San Gallo – particolarmente colpiti dall’epidemia – per quattro settimane le classi resteranno divise in due gruppi più piccoli e si alterneranno nel seguire le lezioni a casa e in classe.
La fine dell’anno scolastico è stabilita dai singoli cantoni, va da inizio giugno a metà luglio

Belgio
Le scuole riaprono da oggi, 18 maggio, ma solo alcuni gradi e in piccoli gruppi da non più di 10 alunni; alcune scuole, soprattutto nelle zone fiamminghe, hanno fatto una riapertura sperimentale il 15 maggio. È data priorità agli studenti del primo e del secondo anno della scuola primaria e a quelli dell’ultimo anno della secondaria. Le scuole per l’infanzia resteranno chiuse fino alla fine di maggio.
L’anno scolastico termina il primo luglio.

Grecia
Le scuole hanno riaperto l’11 maggio per gli studenti dell’ultimo anno delle secondarie. Il 18 maggio riaprono anche le scuole secondarie di primo e secondo grado (12-17 anni). Le scuole per l’infanzia e le primarie resteranno chiuse, con la possibilità di riaprire il primo giugno se le condizioni lo consentiranno.
L’anno scolastico termina il 20 giugno.

Paesi Bassi
Le primarie hanno riaperto l’11 maggio: le classi sono state divise a metà e si alternano nel seguire le lezioni in classe e da casa. Le secondarie potrebbero riaprire il 2 giugno.
L’inizio delle vacanze estive varia al Nord, al Centro e al Sud del paese, dal 4 al 18 luglio; durano un mese e mezzo.

Austria
Gli studenti dell’ultimo anno delle superiori hanno ripreso le lezioni in classe il 4 maggio, quelli dai 6 ai 14 anni tornano, gradualmente, dal 18 maggio. La maggior parte delle classi sarà divisa in due gruppi che si alterneranno nel seguire le lezioni da casa e in classe: uno dal lunedì al mercoledì, l’altro il giovedì e il venerdì. Gli studenti dai 15 anni in su, tranne quelli dell’ultimo anno, riprenderanno il 29 maggio.
L’anno scolastico termina tra il 4 e l’11 luglio.

Repubblica Ceca
Le università hanno riaperto il 27 aprile. Gli studenti dell’ultimo anno delle secondarie sono tornati in aula l’11 maggio, quelli delle primarie possono farlo su base volontaria dal 25 maggio. Il governo ha detto che il pieno rientro non avverrà entro la fine di quest’anno scolastico, fissata per il 30 giugno.

Spagna
Gli asili e le scuole dell’infanzia, per i bambini fino ai sei anni, non riapriranno prima di settembre, quando riprenderà il prossimo anno scolastico. Una proposta fatta dal primo ministro socialista Pedro Sánchez prevedeva dal 25 maggio (quando in Spagna inizierà la fase di riapertura di uffici e negozi) la riapertura delle scuole per i bambini i cui genitori lavorassero entrambi e non da casa. Gli enti locali l’hanno respinta, dicendo di non essere in grado di garantire la sicurezza. Gli studenti dell’ultimo anno delle superiori potranno tornare su base volontaria dal 25 maggio.

Non ci sono ancora decisioni chiare per gli studenti della primaria, anche se le singole regioni potrebbero prendere iniziative autonome; l’Andalusia ha invece chiarito che tutti gli studenti non torneranno in classe prima di settembre.
Le vacanze estive iniziano il 23 giugno.

Le cose da sapere sul coronavirus

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?