• Media
  • giovedì 23 Aprile 2020

I nuovi direttori di Repubblica, Stampa e HuffPost

Maurizio Molinari prenderà il posto di Carlo Verdelli a Repubblica; Massimo Giannini alla Stampa, Mattia Feltri allo HuffPost

Il consiglio di amministrazione del gruppo editoriale GEDI, che lo scorso dicembre era stato ceduto al gruppo Exor della famiglia Agnelli-Elkann, dopo essere stato per decenni sotto il controllo della famiglia De Benedetti, ha annunciato la nomina dei nuovi direttori di Repubblica e della Stampa, i due principali quotidiani pubblicati dal gruppo, e del giornale online HuffPost.

Maurizio Molinari, dal 2016 direttore della Stampa, diventerà direttore di Repubblica prendendo il posto di Carlo Verdelli, che era arrivato a febbraio del 2019. Molinari è il quinto direttore nella storia del giornale, dopo il fondatore Eugenio Scalfari, Ezio Mauro, Mario Calabresi e Verdelli. La sostituzione di Verdelli era stata anticipata nel pomeriggio dal comitato di redazione di Repubblica – l’organo che rappresenta i giornalisti del quotidiano – che però non aveva specificato chi ne avrebbe preso il posto. Molinari sarà anche il direttore editoriale dell’intero gruppo GEDI. Proprio oggi era stata organizzata una campagna di solidarietà nei confronti di Verdelli, che da tempo riceve minacce di morte. Il comitato di redazione di Repubblica ha annunciato uno sciopero per venerdì 24 aprile – giorno in cui il quotidiano non uscirà in edicola – in protesta con le modalità della sostituzione di Verdelli.

Alla direzione della Stampa andrà invece Massimo Giannini, dal 2018 direttore di Radio Capital ed ex vicedirettore di Repubblica. Il consiglio di amministrazione di GEDI ha anche nominato Mattia Feltri come nuovo direttore dello HuffPost, giornale online che fino allo scorso gennaio era stato diretto da Lucia Annunziata. Feltri, che ha 50 anni, lavorava dal 2005 alla Stampa, di cui è stato caporedattore della redazione di Roma, inviato ed editorialista. Dal gennaio del 2017 è autore del “Buongiorno”, la famosa rubrica di prima pagina del giornale, che continuerà a scrivere. Pasquale Di Molfetta, più noto come Linus, sarà il direttore editoriale di tutte le radio del gruppo, Radio Deejay, Radio Capital e m2o.

Alla presidenza del gruppo GEDI andrà John Elkann, presidente e amministratore delegato di Exor e presidente di Fiat Chrysler Automobiles (FCA), che prenderà il posto di Marco De Benedetti. Il direttore generale del gruppo resterà il manager Maurizio Scanavino, che lo scorso dicembre aveva sostituito Laura Cioli, che ricoprirà anche la carica di amministratore delegato. Marco De Benedetti, Carlo Perrone e Giacaranda Caracciolo resteranno nel consiglio di amministrazione di GEDI, mentre si sono dimessi Laura Cioli, Rodolfo De Benedetti, Francesco Dini e Monica Mondardini. I loro posti verranno presi da Turi Munthe, Maurizio Scanavino, Pietro Supino e Enrico Vellano.

– Leggi anche: La storia più grossa in mezzo secolo di giornali italiani