(ANSA/ETTORE FERRARI)
  • Italia
  • giovedì 2 Aprile 2020

Il sito dell’INPS è tornato a funzionare

Le domande per il bonus partite IVA si possono fare regolarmente, ma tutti gli altri servizi telematici sono accessibili solo dalle 16 alle 8

(ANSA/ETTORE FERRARI)

Dopo i guai di ieri – il primo giorno in cui si poteva fare domanda per il bonus partite IVA – il sito dell’INPS è tornato a funzionare, con qualche limitazione: sull’account ufficiale dell’INPS e su questa pagina del sito è specificato che i servizi telematici saranno disponibili per i cittadini solamente dalle 16 alle 8 del mattino seguente, mentre dalle 8 alle 16 i servizi sono accessibili solo ai «Patronati e Intermediari abilitati». Le richieste per il bonus partite IVA si possono fare a qualsiasi orario e il portale sta funzionando correttamente, anche se diversi segnalano ritardi nella ricezione del PIN semplificato.

– Leggi anche: Come si richiede e come funziona il bonus partite IVA

Per diverse ore, ieri, il sito dell’INPS era stato reso deliberatamente inaccessibile dopo una serie di gravi malfunzionamenti: prima era risultato lento e a tratti non funzionante, poi gli utenti che erano riusciti a fare login avevano avuto accesso ai dati personali e sensibili di altri utenti, con evidenti problemi di tutela della privacy di quegli utenti. Durante la giornata sono intervenuti sia il presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, che la vicepresidente Luisa Gnecchi: secondo la versione ufficiale data da Tridico, i malfunzionamenti sono da attribuire a presunti “attacchi hacker” che ci sarebbero stati non solo ieri ma anche nei giorni precedenti.

– Leggi anche: Il disastro in Val Seriana