Lionel Messi
Lionel Messi con il Pallone d'Oro (AP Photo/Francois Mori)
  • Sport
  • lunedì 2 dicembre 2019

Lionel Messi ha vinto il Pallone d’Oro

Per il capitano del Barcellona e della nazionale argentina è il sesto in carriera, uno in più di Cristiano Ronaldo

Lionel Messi
Lionel Messi con il Pallone d'Oro (AP Photo/Francois Mori)

Lionel Messi ha vinto il Pallone d’Oro del 2019, il premio individuale più importante del calcio professionistico, assegnato dalla rivista sportiva francese France Football al miglior giocatore dell’anno solare. Per Messi, attaccante argentino e capitano del Barcellona, è il sesto Pallone d’Oro in carriera, uno in più di Cristiano Ronaldo, il giocatore con cui si è spartito il premio nell’ultimo decennio: quest’anno Ronaldo è arrivato terzo, dopo il difensore olandese del Liverpool Virgil van Dijk.

Nella scorsa stagione con il Barcellona, Messi ha segnato 51 gol in 50 partite fra campionato e coppa, mantenendo per l’ennesimo anno una media altissima nonostante la rottura dell’avambraccio in autunno. Ha concluso l’annata arrivando alle semifinali di UEFA Champions League perse contro il Liverpool e vincendo il decimo campionato spagnolo in quattordici anni al Barcellona. Nella stagione in corso è a quota 11 gol in 14 partite, l’ultimo dei quali è stato decisivo nella vittoria in campionato contro l’Atletico Madrid.

Il Pallone d’Oro si assegna dal 1956, anno in cui la rivista France Football istituì un premio da dare al miglior calciatore dell’anno: da allora, per storia e prestigio si è affermato come il premio individuale più ambito. Il penultimo assegnato, vinto nel 2018 dal centrocampista croato del Real Madrid Luka Modric, aveva interrotto il decennio in cui a dividerselo erano stati proprio Messi e l’attaccante portoghese della Juventus (ex Real Madrid) Cristiano Ronaldo.

(AP Photo/Francois Mori)

Anche quest’anno il premio è stato assegnato solamente in base ai voti di 180 giornalisti internazionali: il giurato italiano è Paolo Condò, giornalista di Sky Sport e della Gazzetta dello Sport. La votazione avviene tramite una mail contenente i trenta nomi della lista finale prodotta da France Football: si possono esprimere cinque preferenze, con 6 punti assegnati alla prima scelta e 1 all’ultima. I criteri di valutazione da seguire sono tre, in ordine: prestazioni individuali e collettive durante l’anno, talento e sportività, carriera.

Nella lista dei trenta giocatori di quest’anno non c’erano italiani, ma soltanto tre stranieri tesserati con squadre di Serie A: Cristiano Ronaldo e Matthijs de Ligt della Juventus — quest’ultimo vincitore del premio Kopa come miglior giovane — e Kalidou Koulibaly del Napoli. L’unico italiano tra i candidati per i quattro premi era Moise Kean, attaccante dell’Everton e della Nazionale Under 21. Fra i migliori portieri si trovava invece un altro giocatore di Serie A, Samir Handanovic dell’Inter: il premio è andato ad Alisson Becker del Liverpool.

Per il Pallone d’Oro femminile le candidate erano venti, nessuna delle quali italiane: il premio è andato alla statunitense Megan Rapinoe, miglior marcatrice del Mondiale vinto in Francia con la sua nazionale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.