(tweet di Medici Senza Frontiere)
  • Italia
  • domenica 15 Settembre 2019

I migranti della Ocean Viking sono arrivati a Lampedusa

24 di loro rimarranno in Italia, mentre gli altri 58 saranno accolti da Germania, Francia, Portogallo e Lussemburgo

(tweet di Medici Senza Frontiere)

Nella notte fra sabato e domenica sono sbarcati a Lampedusa gli 82 migranti che da una settimana erano a bordo della nave Ocean Viking di Medici Senza Frontiere. Il porto dell’isola era stato reso disponibile ieri mattina dal governo italiano. È la prima decisione di questo tipo per il nuovo governo di Giuseppe Conte, sostenuto da Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, dopo che il precedente aveva adottato la politica dei “porti chiusi” nei confronti delle ong che soccorrono le persone nel Mediterraneo.

Per facilitare lo sbarco, e per evitare che una nave di grandi dimensioni come la Ocean Viking entrasse nel piccolo porto di Lampedusa, i migranti sono stati trasportati sull’isola da alcune motovedette della Guardia costiera.

I migranti erano stati soccorsi l’8 settembre. Due di loro, una donna e suo marito, due giorni fa erano stati trasportati in elicottero a Malta per via delle condizioni della donna, incinta di 9 mesi. Subito dopo l’arrivo a Malta, la donna ha partorito un bambino. La Stampa scrive che sulla nave ci sono soprattutto persone provenienti dall’Africa subsahariana: senegalesi, nigeriani, gambiani e somali.

L’Italia accoglierà 24 delle persone a bordo, mentre tutte le altre saranno trasferite in Francia, Germania, Portogallo e Lussemburgo, in base a un meccanismo temporaneo di ricollocamento che in questi giorni è al centro di negoziati fra l’Italia e i paesi europei più disponibili ad accogliere i migranti che arrivano via mare.