• Sport
  • martedì 23 luglio 2019

Le nuove maglie delle squadre di calcio di mezzo mondo

Da quella a scacchi del Barcellona a quella del Boca Juniors di Daniele De Rossi

Nella prossima stagione il Barcellona, squadra campione di Spagna in carica, giocherà le partite casalinghe con una maglia a scacchi ispirata al distretto cittadino dell’Eixample, con i suoi edifici squadrati perlopiù disposti a scacchiera. Le nuove maglie del Barcellona sono state realizzate per il ventunesimo anno consecutivo da Nike, l’azienda sportiva statunitense che in Europa mantiene sponsorizzazioni ventennali anche con l’Inter e con il Paris Saint-Germain. Per l’Inter la novità di quest’anno è l’interruzione delle righe verticali nella prima maglia, mentre per il PSG è il nuovo sponsor, il gruppo alberghiero francese AccorHotels. Queste sono alcune delle novità con le maglie delle principali squadre di calcio, che ogni anno vengono rinnovate e aggiornate in base alle nuove mode e alle esigenze dei club. Nella gallery trovate tutte quelle che sono state presentate finora.

La nuova maglia casalinga della Juventus non ha le righe ed è divisa a metà da una linea rosa. Il club ha spiegato che «continua a guardare al futuro, con l’intento coraggioso di rompere gli schemi, senza dimenticare l’eredità del passato». Il tema delle divise della Roma è invece la mitologia romana, con saette dappertutto. Dall’altra parte dell’oceano Atlantico, oltre alla maglia del Boca Juniors che indosserà Daniele De Rossi, il Corinthians di San Paolo giocherà con una maglia dedicata al Ronaldo brasiliano, che proprio al Corinthians finì la carriera nel 2011. I campioni d’Inghilterra del Manchester City, invece, hanno lasciato Nike per Puma, la quale aveva precedentemente interrotto la sponsorizzazione dell’Arsenal, tornato con Adidas dopo oltre vent’anni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.