Giuseppe Conte riferirà in Senato sul caso Lega-Russia il prossimo 24 luglio

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha detto che riferirà in Senato sul caso Lega-Russia il prossimo 24 luglio. Il caso è iniziato quando il sito americano Buzzfeed ha pubblicato un audio in cui si sente un collaboratore di Salvini, Gianluca Savoini, parlare in un hotel di Mosca con alcune persone di lingua russa di finanziamenti illegali alla Lega. Il fatto che l’incontro fosse avvenuto era stato anticipato qualche mese prima dall’Espresso. Sul caso sta indagando la procura di Milano.

Conte ha dato la sua disponibilità a riferire sul caso per un’ora, tra le 16.30 e le 17.30. Non è ancora chiaro quale forma prenderà la sua relazione, che consisterà probabilmente in un intervento seguito dai commenti dei parlamentari e quindi da una conclusione di Conte. Sui dettagli dell’intervento la presidenza del Consiglio si accorderà direttamente con quella del Senato.

L’opposizione ha ringraziato Conte per la sua disponibilità, ma ha sottolineato che il ministro dell’Interno Matteo Salvini finora si è rifiutato di rispondere, nonostante il suo partito e il suo staff siano direttamente coinvolti nella vicenda.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.