Alia Guagni, Elena Linari, Laura Giuliani e Sara Gama cantano l'inno italiano prima degli ottavi di finale contro la Cina (Laurence Griffiths/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 29 giugno 2019

Italia e Olanda si giocano la semifinale

Il Mondiale della Nazionale femminile è stato entusiasmante, ma l'avversaria di oggi è superiore a tutte le squadre incontrate finora

Alia Guagni, Elena Linari, Laura Giuliani e Sara Gama cantano l'inno italiano prima degli ottavi di finale contro la Cina (Laurence Griffiths/Getty Images)

Oggi pomeriggio alle 15 la Nazionale di calcio femminile giocherà contro l’Olanda nei quarti di finale dei Mondiali in Francia. Grazie alla vittoria contro la Cina nel primo turno eliminatorio, l’Italia allenata da Milena Bertolini è fra le otto migliori nazionali al mondo: un grande risultato, considerando che non partecipava alla fase finale di un Mondiale da addirittura vent’anni. La partita di oggi contro l’Olanda ci dirà di più, e cioè se questa Nazionale è in grado di competere contro una grande squadra europea. Fin qui il torneo dell’Italia è stato stupefacente, ma l’Olanda è superiore a tutte le squadre incontrate finora. La vincitrice giocherà la semifinale contro una fra Germania e Svezia. L’altra semifinale del torneo è già stata decisa: sarà Stati Uniti-Inghilterra.

La nazionale olandese si è presentata in Francia con grandi ambizioni. Con la qualità e l’esperienza dalla sua formazione titolare può ambire a un piazzamento fra le prime tre del torneo, nonostante sia solamente alla seconda partecipazione e al primo quarto di finale della sua storia. È anche la squadra campione d’Europa in carica dal 2017, anno in cui vinse il torneo continentale ospitato in casa.

L’attacco è il suo maggior punto di forza, grazie alla presenza di Vivianne Miedema, centravanti dell’Arsenal, Lieke Martens, esterna del Barcellona, e Shanice van de Sanden, esterna offensiva dell’Olympique Lione campione d’Europa da quattro anni. L’attacco olandese è fra i più forti del torneo e probabilmente se la gioca solo con quello statunitense. Le tre titolari lo rendono un reparto offensivo completo ed estremanente prolifico: Miedema è una vera e propria centravanti, Martens è una giocatrice intelligente e molto tecnica, van de Sanden è una delle esterne più veloci in circolazione. La presenza di Martens stasera è tuttavia in dubbio per un problema fisico: sembra che l’allenatrice Sarina Wiegman deciderà se farla giocare soltanto pochi minuti prima della partita.

Per quanto riguarda l’Italia, si presenta alla partita di Valenciennes con la squadra al completo e la consapevolezza di trovarsi di fronte un’avversaria favorita. Dal punto di vista del gioco, l’Italia è stata una delle migliori squadre viste finora ai Mondiali, a conferma del fatto che la grande tradizione calcistica italiana le fornisce qualcosa in più nonostante l’inesperienza.

Il quarto di finale contro l’Olanda potrebbe però decidersi sul piano fisico, dato che l’Olanda da questo punto di vista è probabilmente più avanti. La partita si giocherà inoltre alle tre del pomeriggio, nelle ore più calde della giornata, peraltro in un paese fra i più colpiti dall’aumento straordinario delle temperature che sta causando problemi e disagi in tutta Europa. La scelta di giocare nel primo pomeriggio è stata contestata da entrambe le squadre, ma la FIFA ha deciso di confermare comunque l’orario prestabilito.

Le formazioni ufficiali

Italia (4-3-3) Giuliani; Guagni, Gama, Linari, Bartoli; Galli, Giugliano, Cernoia; Bergamaschi, Giacinti, Bonansea
Olanda (4-3-3) Van Veenendaal; Van Lunteren, Van der Gragt, Bloodworth, Van Dongen; Groenen, Van de Donk, Spitse; Van de Sanden, Miedema, Martens

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.