SpaceX ha portato in orbita i primi 60 satelliti del suo progetto Starlink per trasmettere Internet dallo Spazio

La compagnia spaziale privata SpaceX ha portato in orbita i primi 60 satelliti sperimentali di Starlink, il suo ambizioso progetto per costruire una costellazione di migliaia di satelliti intorno alla Terra per trasmettere Internet, raggiungendo i luoghi dove è troppo costoso portare connessioni tradizionali. Il lancio è avvenuto da Cape Canaveral, in Florida (Stati Uniti), utilizzando un razzo Falcon 9 che aveva già compiuto due missioni spaziali. I 60 satelliti saranno utilizzati da SpaceX per testare il sistema, in vista del trasporto in orbita degli altri dispositivi. A costellazione completa, ha spiegato il CEO di SpaceX Elon Musk, ci saranno in orbita circa 12mila mini-satelliti, che avranno il compito di fornire connettività al suolo. Starlink potrebbe rivelarsi una delle iniziative più redditizie per SpaceX, alla ricerca di nuove fonti di ricavo per finanziare gli altri suoi ambiziosi progetti, compresi quelli per raggiungere la Luna e Marte.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.