Gli striscioni contro Salvini a Campobasso

Sono tanti, in vista del comizio di stasera, in risposta a quelli fatti rimuovere nei giorni scorsi

(ANSA/MARIANO FAENZA)

Stasera il ministro dell’Interno Matteo Salvini terrà un comizio a Campobasso, in Molise, dove sono apparse decine di striscioni contro di lui in risposta agli interventi dei giorni scorsi, quando la polizia aveva fatto rimuovere alcuni striscioni che lo contestavano. Quelli appesi a Campobasso hanno scritte come “prima le persone”, “Lega la lega”, “Porti aperti”, ma anche frasi più dirette verso il ministro, come “Salvini vattene'” o “no al ministro dell’odio”.

Scrive ANSA che gli striscioni sarebbero circa 200 e che la protesta è stata organizzata da Casa del Popolo, uno spazio autogestito di Campobasso, e dall’organizzazione Unione degli Studenti. Uno è apparso anche sulla sede del Partito Democratico, con la scritta “Il Molise resiste ai fascisti”, come si vede in questa fotografia con Bibiana Chierchia, vice sindaca e assessora all’Urbanistica, candidata alle prossime elezioni comunali.

(ansa)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.