I prossimi film da vedere al cinema

Non c'è solo "Endgame", l'atteso finale degli "Avengers": nelle prossime settimane escono anche altri film interessanti

Il 24 aprile uscirà in Italia Avengers: Endgame, che dopo 22 film chiuderà la cosiddetta Saga dell’Infinito dell’Universo Cinematografico Marvel. Tradotto per profani: è un film attesissimo, che conclude un racconto cinematografico lungo nel complesso più di 50 ore e iniziato più di 10 anni fa, che nel frattempo ha incassato l’equivalente di svariati miliardi di euro. Avengers: Endgame sarà con ogni probabilità il film con i maggiori incassi dell’anno e uno di quelli con i maggiori incassi di sempre. Se ne parlerà tanto e ci sarà il rischio che altri film vengano un po’ trascurati. Tralasciando Avengers: Endgame, di cui a tempo debito parleremo ovviamente anche sul Post, abbiamo scelto i più interessanti o attesi tra i film in uscita da qui all’inizio dell’estate. Ci sono grandi blockbuster come Godzilla 2 o filmoni Disney come Aladdin, ma anche film “da Oscar” come Rocketman e cose più piccole e di nicchia.

Cafarnao – Caos e miracoli – già nei cinema

È diretto dalla libanese Nadine Labak – già regista di Caramel – e parla di un bambino di Beirut, in Libano, che intenta una causa legale contro i genitori per averlo messo al mondo. È stato candidato all’Oscar per il miglior film straniero e la maggior parte degli attori sono non protagonisti. Variety ne ha parlato come di un film «di testa e di cuore».

Kaiser! Il più grande truffatore della storia del calcio – 18 aprile

È un documentario distribuito da Mescalito Film e racconta la bizzarra storia di Carlos Henrique Raposo, nato nel 1963 e soprannominato Kaiser. Kaiser non era bravo a calcio ma ci sapeva fare con le persone e le bugie e riuscì, anno dopo anno, a firmare contratti con alcune importanti squadre brasiliane (come il Botafogo e il Flamengo) senza però mai scendere in campo. Riuscì anche ad andare in Europa, nell’Ajaccio.

Le invisibili – 18 aprile

Diversi critici ne hanno parlano come di una «commedia alla Ken Loach» ed è un film francese. Parla di quattro donne che lavorano come assistenti sociali per un centro di accoglienza di donne senzatetto. Solo che il comune decide di chiudere il centro e loro hanno giusto qualche mese di tempo per provare a trovare un lavoro e una dimora a tutte le donne ospitate nel centro. Il regista è Louis-Julien Petit, che in effetti ha detto di essersi ispirato «alla tradizione del cinema sociale britannico».

Ma cosa ti dice il cervello – 18 aprile

È il film in quota “commedia italiana”. In questo caso il regista è Riccardo Milani e la protagonista Paola Cortellesi. Interpreta «un agente segreto, impegnato in pericolosissime missioni internazionali», che però agli occhi di tutti vive una vita normalissima, persino noiosa. Dopo una rimpatriata con la vecchia classe del liceo, decide di usare le sue conoscenze e competenze per aiutare di nascosto gli ex compagni a risolvere i loro problemi e nel farlo «darà vita a situazioni esilaranti».

Attacco a Mumbai – 30 aprile

Diretto da Anthony Maras e interpretato da Dev Patel, racconta la vera storia dell’attentato terroristico del 2008 al Taj Mahal Palace Hotel di Mumbai, in India: per tre giorni gli attentatori tennero in ostaggio centinaia di persone. Il film racconta la storia di alcuni di quegli ostaggi. I critici ne hanno parlato come di un film ben fatto, che segue tutti i canoni del genere senza inventarsi niente di nuovo o diverso.

Stanlio e Ollio – 1 maggio

Esce diversi mesi dopo essere uscito negli Stati Uniti e parla di un particolare periodo nella vita del duo comico più famoso di sempre, formato da Stan Laurel e Oliver Hardy. Il film racconta la storia della loro tournée teatrale inglese del 1953, alla fine della loro carriera. I due sono interpretati da Steve Coogan e John C. Reilly, entrambi molto apprezzati.

I fratelli Sisters – 2 maggio

È il primo film in inglese del regista francese Jacques Audiard ed è un western. È tratto dal romanzo Arrivano i Sister di Patrick deWitt e nel cast ci sono Joaquin Phoenix e John C. Reilly (che bello il cinema: poche righe fa era Ollio e ora è un pistolero sanguinario). A Venezia, dove lo presentarono, piacque molto. È ambientato nel 1851 in Oregon e i due fratelli sono dei killer che non si fanno grandi scrupoli nell’uccidere chi devono uccidere. Solo che «la caccia a un cercatore d’oro, dall’Oregon alla California, li metterà a dura prova ma sarà forse l’occasione per scoprire quel che resta della loro umanità».

Detective Pikachu – 9 maggio

È un film che parla di Pokémon – gli strani animaletti con poteri che combattono tra loro guidati dai loro allenatori – e parla di un ragazzo che dopo aver abbandonato la carriera da allenatore di Pokémon si trasferisce in una città dove umani e Pokémon vivono insieme, per trovare il padre scomparso in un misterioso incidente stradale. Lì incontra il vecchio partner del padre, un esemplare di Pikachu che solo lui capisce. Nella versione originale Pikachu è doppiato da Ryan Reynolds. In quella italiana ha la voce di Francesco Venditti.

Pet Sematary – 9 maggio

È un film horror e i film horror sono un po’ come le commedie italiane: ce n’è almeno uno al mese. È basato su un omonimo romanzo del 1983 di Stephen King e parla di una famiglia che trasloca nel Maine e scopre dietro casa un misterioso cimitero. È un horror, non vi diciamo altro; se non che già il trailer è da guardare alla luce con vicino qualcuno a cui volete bene.

Tel Aviv On Fire – 9 maggio

Il cinema è tante cose, anche piccole commedie israeliane che sarà difficile trovare nei cinema ma di cui si parla abbastanza bene. Il protagonista è lo sceneggiatore di una soap opera molto seguita e smarmellata, che ogni giorno deve attraversare i checkpoint tra Israele e Palestina e che a un certo punto si trova in mezzo a una serie di equivoci e compromessi che riguardano, tra le altre cose, l’esercito israeliano e i finanziatori arabi della serie.

John Wick 3: Parabellum – 16 maggio

Il terzo capitolo del thriller di azione diretto dall’ex stuntman Chad Stahelski e con protagonista Keanu Reeves, in un ruolo che sembra fatto proprio per lui. John Wick è un ex assassino che decide di ritirarsi a vita privata ma qualcuno lo fa decisamente arrabbiare e lui si rimette a fare il vecchio lavoro da assassino, in cui è bravissimo. In questo capitolo John Wik diventa la preda dei migliori assassini al mondo, e deve quindi difendersi. È stato girato tra New York, Canada, Russia, Spagna e Marocco. Chissà come lo dicono in inglese, “parabellum e chissà quanti sanno che deriva dal detto latino “Si vis pacem, para bellum“.

Aladdin – 22 maggio

Un altro rifacimento con attori veri del famoso cartone Disney su Aladino e il Genio della lampada. Il regista è Guy Ritchie e il Genio è Will Smith. Il trailer non è stato particolarmente apprezzato, ma magari il film è meglio. Ed è comunque il rifacimento di un famoso film Disney: male-male non andrà.

Godzilla 2King of Monsters 30 maggio

Il sequel del film del 2014 sul lucertolone cattivo e il terzo film dell’universo cinematografico “MonsterVerse” (di cui fa parte anche Kong: Skull Island). Il regista è Michael Dougherty e tra gli attori c’è anche Millie Bobby Brown, famosa per Stranger Things. Godzilla è solo uno dei tanti problemi che devono affrontare i poveri protagonisti del film.

Rocketman – 30 maggio

Taron Egerton interpreta Elton John: se ne parla come di un “musical fantasy” e di un sicuro pretendente all’Oscar del 2020. Il regista è Dexter Fletcher, che era stato chiamato anche per finire di girare Bohemian Rhapsody.

American Animals – 6 giugno

È un film su una rapina fatta da quattro studenti che decidono di rubare un raro e antico libro dalla biblioteca universitaria. È basato su una storia vera. Oltre che per la storia in sé, American Animals si è fatto notare per le diverse trovate di regia con cui la racconta. Guy Lodge ha scritto su Variety che è un film «sfacciatamente virtuoso».

Destroyer – 6 giugno

Un “noir metropolitano” girato a Los Angeles e che parla di un’ex agente dell’FBI che decide di regolare alcuni conti con il passato. Lei è Nicole Kidman.

X-Men – Dark Phoenix – 6 giugno

È il primo film da regista dello sceneggiatore Simon Kinberg ed è il dodicesimo film della saga degli X-Men. È ambientato circa dieci anni dopo gli eventi di X-Men Apocalisse. È incentrato sul personaggio di Fenice: è interpretata da Sophie Turner e come al solito la vera sfida sarà guardarla senza pensare a Sansa Stark di Game of Thrones.

Beautiful boy – 13 giugno

È diretto da Felix Van Groeningen, regista di Alabama Monroe – Una storia d’amore e parla di un padre che prova ad aiutare il figlio a uscire dalla dipendenza da metanfetamine. Padre e figlio sono interpretati da Steve Carell e Timothée Chalamet e il film è tratto da due libri, scritti dal vero padre e dal vero figlio a cui si ispira la storia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.