• giovedì 4 aprile 2019

La Juventus vince lo Scudetto domenica se

Sarebbe – sarà – l'ottavo consecutivo e potrebbe essere assegnato già domenica, con sette giornate di anticipo

Paulo Dybala e Massimiliano Allegri Genoa CFC at Allianz Stadium (Getty Images)

Grazie all’inaspettata sconfitta del Napoli a Empoli nella trentesima giornata del campionato di Serie A, la Juventus ha aumentato il suo vantaggio in classifica a 18 punti quando mancano otto giornate al termine della stagione. Questo vuol dire che può pensare di vincere matematicamente il suo ottavo Scudetto di fila già domenica, con sette giornate di anticipo. Per farlo dovrà battere in casa il Milan nell’anticipo di sabato sera e sperare che il Napoli perda in casa domenica sera contro il Genoa. Con questi risultati la Juventus avrebbe 21 punti di vantaggio: nelle rimanenti sette giornate il Napoli potrebbe recuperare esattamente 21 punti, non abbastanza per superare la Juventus per via delle due sconfitte subite negli scontri diretti.

In ogni caso, il campionato in corso non è mai stato in discussione. Nessun’altra squadra nella storia del campionato italiano – da quando la vittoria vale tre punti – era mai arrivata alla trentesima giornata con 18 punti di vantaggio sulla seconda. Lo scorso dicembre la Juventus aveva anche stabilito il record di punti ottenuti in un girone di andata battendo un suo precedente primato: l’aveva terminato con diciassette vittorie in diciannove partite, con soli due pareggi, nessuna sconfitta e 53 punti guadagnati. Il record di punti nel girone di andata era arrivato per forze di cose dopo quello per il miglior inizio di campionato.

Con il 2-0 al Cagliari nell’ultima giornata, la Juventus ha ottenuto la sua ventiseiesima vittoria in trenta partite, racimolando 81 punti dei 90 disponibili fino a qui. La prima e unica sconfitta in campionato è arrivata soltanto a metà marzo contro il Genoa. Fra i tanti record che la Juventus può pensare di battere c’è quello dei punti stagionali. È uno dei primati più significativi e appartiene già alla Juventus dalla stagione 2013/14, quando vinse lo Scudetto con 102 punti. Ora, dopo trenta partite, ne ha 81. Nelle restanti otto giornate di campionato può farne 24: può quindi provare a migliorarlo.