Sei Nazioni: Italia-Irlanda (Dmax, ore 16)
  • domenica 24 febbraio 2019

Italia-Irlanda del Sei Nazioni in TV e in streaming

Nella terza giornata del Sei Nazioni di rugby l'Italia ospita all'Olimpico i campioni in carica: i link per seguirla in diretta

Sei Nazioni: Italia-Irlanda (Dmax, ore 16)

Italia-Irlanda è l’ultima partita della terza giornata del torneo Sei Nazioni di rugby. Si gioca questo pomeriggio alle 16 allo Stadio Olimpico di Roma, dove sono attesi circa 50.000 spettatori. Nelle prime due giornate l’Italia ha rimediato due sconfitte, contro Scozia e Galles, che hanno portato a diciannove il numero di partite perse consecutivamente nel torneo. L’Irlanda invece ha perso la prima in casa contro l’Inghilterra ma poi si è rifatta battendo la Scozia in trasferta. La nazionale irlandese è la detentrice del titolo e deve continuare a vincere per sperare di raggiungere Galles e Inghilterra (sconfitta ieri a Cardiff) in testa alla classifica.

Dove vedere Italia-Irlanda

Tutte le partite del Sei Nazioni verranno trasmesse in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre, con il commento di Antonio Raimondi e Vittorio Munari. Gli incontri saranno preceduti dalla trasmissione Rugby Social Club condotta da Daniele Piervincenzi e potranno essere visti anche in streaming da pc, tablet e smartphone sul sito Dplay, raggiungibile da qui.

Le formazioni di Italia-Irlanda

Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Edoardo Padovani, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Abraham Steyn, 7 Maxime Mbanda, 6 Jimmy Tuivati, 5 Dean Budd, 4 Federico Ruzza, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti

Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Chris Farrell, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton, 9 Conor Murray, 1 Dave Kilcoyne, 2 Sean Cronin, 3 Tadhg Furlong, 4 Ultan Dillane, 5 Quinn Roux, 6 Peter O’Mahony, 7 Sean O’Brien, 8 Jordi Murphy

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.