• Cultura
  • giovedì 21 febbraio 2019

Foto e vincitori dei Brit Awards

Ai premi dell'industria musicale britannica hanno vinto i 1975, Calvin Harris, George Ezra e Jorja Smith, ma anche Beyoncé e Jay-Z, che hanno ringraziato con un messaggio per Meghan Markle

Pink ai Brit Awards – Londra, 20 febbraio (Gareth Cattermole/Getty Images)

Ieri 20 febbraio a Londra c’è stata la cerimonia di premiazione dei Brit Awards, i premi musicali che ogni anno vengono assegnati ad artisti pop dalla “British Phonographic Industry”, l’associazione che rappresenta le case discografiche nel Regno Unito e di cui fanno parte le quattro grandi major: Universal, Sony, EMI e Warner.
I 1975 hanno vinto due dei premi più importanti della serata, quelli per l’album e il gruppo britannico dell’anno, mentre i migliori artisti sono stati George Ezra e Jorja Smith. “One kiss” di Calvin Harris e Dua Lipa ha vinto come miglior singolo britannico, e Harris è stato premiato anche come miglior produttore.

Grande spazio durante la cerimonia l’ha avuto Pink, a cui è andato un riconoscimento alla carriera.

Oggi si parla molto anche del modo in cui Beyoncé e Jay-Z hanno ringraziato per il premio come miglior gruppo internazionale: replicando una scena del loro video di “Apeshit”, in cui sono davanti alla Gioconda, hanno postato su Instagram foto e video davanti a un ritratto di Meghan Markle, duchessa del Sussex e moglie del principe Harry – per farle gli auguri per la sua gravidanza e sottolineare il suo ruolo come prima donna di etnia mista (la madre di Markle è afroamericana) a entrare nella famiglia reale. Beyoncé ha anche scritto un omaggio alla duchessa sul suo sito web, riconoscendole il suo lavoro con organizzazioni benefiche che si occupano di bambini e l’importanza che ha avuto nel rappresentare la cultura afroamericana con il suo matrimonio. Nei giorni scorsi si è parlato spesso del duro trattamento che le sta riservando la stampa britannica.

L’elenco dei vincitori nelle varie categorie:
Migliore artista solista britannica femminile: Jorja Smith
Migliore artista solista britannico maschile: George Ezra
Miglior gruppo internazionale: The Carters (cioè Beyoncé e Jay-Z)
Miglior singolo britannico: “One kiss” di Calvin Harris e Dua Lipa
Miglior gruppo britannico: 1975
Migliore artista solista maschile internazionale: Drake
Migliore artista solista femminile internazionale: Ariana Grande
Miglior rivelazione britannica: Tom Walker
Successo globale: Ed Sheeran
Album britannico dell’anno: The 1975 – A Brief Inquiry into Online Relationships
Miglior video britannico dell’anno: Little Mix e a Nick Minaj per “Woman like me”
Premio della critica: Sam Fenders
Premio alla carriera: Pink

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.