(ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 26 Gennaio 2019

Stasera c’è Milan-Napoli

Sarà la prima partita in cui Carlo Ancelotti tornerà da avversario a San Siro, ma anche la prima dopo la fine del caso Higuaín

(ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

L’anticipo di stasera della 21esima giornata di Serie A, Milan-Napoli, sarà una partita speciale per diversi motivi. Sarà la prima da avversario a San Siro per Carlo Ancelotti, che oggi allena il Napoli ma in passato col Milan ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Sarà anche la prima dopo la fine del lungo caso legato a Gonzalo Higuaín, comprato in estate dal Milan e poi ceduto dopo meno di cinque mesi al Chelsea in mezzo a polemiche e malumori: il suo sostituto, il polacco Krzysztof Piatek, sarà subito in campo, anche se non è chiaro se dal primo minuto o a gara in corso. Si inizia alle 20.30, l’arbitro sarà Daniele Doveri. La partita sarà visibile in tv e in streaming a pagamento su DAZN.

Al di là delle storie individuali, Milan-Napoli sarà una partita potenzialmente cruciale per entrambe le squadre. Il Napoli sta giocando un ottimo campionato ma è secondo a nove punti di distanza dalla Juventus, che dall’inizio del torneo non ha ancora perso una partita. Domani sera, però, la Juventus giocherà contro la Lazio in trasferta in una delle partite più complicate dell’ultimo periodo. Il Napoli potrebbe approfittare di una sua eventuale sconfitta: battendo il Milan si porterebbe a meno di sei punti, con la prospettiva di ridurre ulteriormente il distacco nello scontro diretto in programma a Napoli il 3 marzo.

Il Milan, con una vittoria, manterrebbe invece le distanze dalle quattro squadre che si giocano la quarta posizione – Lazio, Roma, Atalanta e Sampdoria – e potrebbe persino sperare di avvicinare l’Inter, che oggi ha sei punti in più ma domani sarà impegnata in una complicata trasferta contro il Torino.

Il Napoli arriva alla partita di stasera con la squadra praticamente al completo. Non ci sono grossi dubbi di formazione: davanti dovrebbero giocare Arkadiusz Milik e Lorenzo Insigne, mentre sugli esterni Piotr Zieliński e Fabián Ruiz. Quasi sicuramente nel secondo tempo entrerà in campo Simone Verdi, che una decina di anni fa era considerato il miglior talento della Primavera del Milan. L’allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, confermerà invece la stessa formazione che una settimana fa ha battuto 2-0 il Genoa, ad eccezione dell’inserimento del primo minuto del difensore centrale Mateo Musacchio al posto di Cristián Zapata, uscito per infortunio proprio contro il Genoa.

Le due squadre si incontreranno di nuovo fra tre giorni, sempre a San Siro, per giocare il quarto di finale di Coppa Italia.