La folla in piazza San Marco a Venezia attende la mezzanotte del primo gennaio 2018 (ANDREA PATTARO/AFP/Getty Images)
  • Italia
  • domenica 30 Dicembre 2018

Come regolarsi con i botti e i divieti di Capodanno, città per città

Quasi ovunque sarà vietato il possesso di spray urticanti, mentre per petardi e fuochi d'artificio dipenderà dalle ordinanze in vigore

La folla in piazza San Marco a Venezia attende la mezzanotte del primo gennaio 2018 (ANDREA PATTARO/AFP/Getty Images)

Domani è San Silvestro, l’ultimo giorno dell’anno, e alla mezzanotte nelle piazze italiane si festeggerà l’anno nuovo. Dovrebbe esserci bel tempo in tutto il paese, ad eccezione di alcune zone del Sud Italia, in particolare Puglia, Calabria e Sicilia. Questo favorirà i festeggiamenti all’aperto e l’esplosione dei fuochi d’artificio. In molte città, tuttavia, saranno in vigore dei divieti. Quello di vendita e possesso di spray urticanti, ad esempio, sarà in vigore in tutte le grandi città tranne Roma, per via dei fatti della discoteca di Corinaldo. Per petardi e fuochi d’artificio, invece, dipenderà dalle ordinanze comunali, così come per la vendita di alcolici.

Milano

In Piazza Duomo sono attese circa 20.000 persone per il concerto di Capodanno. L’apertura della metropolitana sarà prolungata fino alle due di notte. Dal tardo pomeriggio le fermate del Duomo verranno chiuse per evitare intasamenti. Per chi si recherà in piazza sarà in vigore il divieto di uso e possesso di petardi e fuochi d’artificio. Il comune invita inoltre a non portare con sé borse e zaini per velocizzare i controlli. Nelle altre zone della città l’uso di petardi e fuochi è invece ammesso nel rispetto delle norme.

Torino

A Torino è vietato l’uso di materiale pirotecnico nel centro storico cittadino: ci saranno controlli e per i trasgressori sono previste confische e multe. Nelle altre zone della città, come a Milano, sono ammessi nel rispetto delle norme. L’accesso a piazza San Carlo sarà controllato e limitato.

Genova

Su tutto il territorio comunale sarà vietata la detenzione di “materiali pirotecnici” in area pubblica o aperta al pubblico. Nel centro città sarà inoltre vietata la vendita e l’uso di bevande in contenitori di vetro e metallici e il possesso di spray urticanti (sarà consentito averli solo dentro borse o zaini).

Bologna

Il sindaco Virginio Merola ha emesso per tempo un’ordinanza comunale che vieta la vendita e l’utilizzo di fuochi d’artificio in tutta la città, comprese le zone private che interferiscono con il suolo pubblico. Spray urticanti e vetro vietati nel centro storico.

Venezia Mestre

Sull’isola sono vietati petardi e fuochi d’artificio per i possibili danni al patrimonio culturale. In tutto il centro storico – cioè tutta l’isola — sarà vietata anche la vendita e l’utilizzo in pubblico di bottiglie di vetro e il possesso di spray urticanti normalmente in commercio. A Mestre e in terraferma questi divieti sono in vigore soltanto nei luoghi pubblici nei quali sono in programma eventi.

Trieste

L’ingresso in piazza Unità d’Italia sarà regolato dai varchi. Il comune ha vietato l’uso di “materiale pirotecnico” negli spazi pubblici dell’intero territorio comunale con una deroga per i fuochi d’artificio che verranno sparati alla mezzanotte da piazza dell’Unità.

Firenze

È vietato l’uso di petardi, fuochi d’artificio e bottiglie di vetro in tutti luoghi dove sono previsti eventi pubblici e nella zona del centro storico. Nel resto della città non sono previsti divieti.

Roma

Non ci sarà il divieto di vendita e possesso di spray urticanti per non impedirne l’uso in momenti di necessità, come ha detto la sindaca Virginia Raggi. Sarà invece vietata la vendita e l’uso di vetro nella zona del Circo Massimo e nelle altre piazze dove sono previsti eventi. Nessuna ordinanza invece per uso di petardi e fuochi d’artificio, se non nei luoghi più affollati, dove sono vietati.

Napoli

Sarà vietato introdurre e usare petardi e fuochi d’artificio nella zona di Piazza del Plebiscito e del lungomare di via Caracciolo, dove si terranno i festeggiamenti per Capodanno. Sarà vietata inoltre la vendita di alcolici in bottiglie, bicchieri di vetro e lattine in piazza del Plebiscito, nelle aree circostanti e nelle zone dove sono in programma eventi pubblici.

Bari

Un’ordinanza comunale ha vietato la vendita e l’uso di petardi e fuochi d’artificio su tutto il territorio comunale ad eccezione degli spettacoli autorizzati.

Palermo

A Palermo è vietata la vendita di alcolici in bottiglie di vetro, il possesso di spray urticanti e fuochi d’artificio a ridosso del teatro Politeama, dove ci sarà il concerto di fine anno. L’uso di “materiale pirotecnico” sarà inoltre vietato in tutta la città.

Cagliari

Nessun divieto per vendita e uso di materiale pirotecnico nell’area comunale, ad eccezione dei luoghi interessanti da eventi pubblici. Limitazioni nella vendita e uso di alcolici in vetro e lattina.