Douglas Costa, Cristiano Ronaldo e Juan Cuadrado (LaPresse/Fabio Ferrari)
  • Sport
  • lunedì 26 Novembre 2018

La Juventus scappa

Il suo andamento continua a essere insostenibile, dietro di lei tutte perdono punti: ora ha un largo vantaggio sulla seconda in classifica

Douglas Costa, Cristiano Ronaldo e Juan Cuadrado (LaPresse/Fabio Ferrari)

Grazie alla vittoria contro la Spal nell’anticipo serale del sabato e dopo l’inaspettato pareggio del Napoli contro il Chievo Verona di domenica pomeriggio, il vantaggio della Juventus sulla seconda in classifica è salito a otto punti. Alla tredicesima giornata di campionato l’andamento della Juventus continua a essere insostenibile per tutte le altre squadre: fin qui ha sia il miglior attacco che la miglior difesa. Con la vittoria per 2-0 contro la Spal ha migliorato inoltre il record di punti ottenuto da inizio stagione nella storia del campionato a girone unico, battuto nella scorsa giornata di campionato con la vittoria per 2-0 contro il Milan.

La prime posizioni della Serie A dopo la tredicesima giornata:

1) Juventus 37
2) Napoli 29
3) Inter 28
4) Lazio 23
——————————
5) Milan 22

Un vantaggio di otto punti in classifica significa che nemmeno con due sconfitte consecutive la Juventus perderebbe la prima posizione. Tuttavia, da qui alla fine dell’anno il suo calendario diventerà più impegnativo. Sabato prossimo la Juventus dovrà giocare in trasferta a Firenze, dove l’anno scorso non fu semplice vincere. Il 7 dicembre è in programma il cosiddetto “derby d’Italia” contro l’Inter, che ospiterà all’Allianz Stadium. Entro la fine dell’anno dovrà poi giocare contro Torino, Roma, Atalanta e Sampdoria. Gli impegni in Champions League – la cui fase a gironi termina il 12 dicembre – non dovrebbero complicare nulla, dato che è prima nel suo girone e potrebbe ottenere la qualificazione al turno successivo già domani sera contro il Valencia.

Per Napoli e Inter, fin qui le due maggiori rivali della Juventus in campionato, la Champions League invece qualche problema potrebbe portarlo, dato che la loro qualificazione è ancora in ballo e hanno due partite complicate da affrontare. Il Napoli è in un girone difficilissimo e dovrà ottenere il massimo dalle partite contro Stella Rossa e Liverpool. Anche l’Inter è in un girone complicato: per la qualificazione al turno successivo potrebbe però bastarle anche un pareggio mercoledì a Londra contro il Tottenham. In caso contrario, dovrà vincere contro il PSV Eindhoven nell’ultima giornata dei gironi.

Intanto, il giocatore simbolo della Juventus e di questa stagione di Serie A, Cristiano Ronaldo, continua a segnare. Con il gol del vantaggio realizzato alla Spal è arrivato a nove reti in campionato, una in meno del polacco Piatek, che domenica sera ha segnato nel derby di Genova. Prima di Cristiano Ronaldo, l’ultimo giocatore juventino ad aver segnato nove reti dopo tredici giornate nella sua prima stagione di Serie A con la squadra era stato Pietro Anastasi nel 1968.