• Mondo
  • lunedì 22 ottobre 2018

Uno degli assassini di Khashoggi ha indossato i suoi vestiti dopo l’omicidio

Lo ha detto una fonte turca a CNN e ci sono diverse immagini che lo dimostrano: la versione saudita fa sempre più acqua

Mustafa al Madani con i vestiti di Khashoggi davanti alla Moschea Blu di Istanbul (immagini pubblicate da CNN)

CNN ha pubblicato lunedì un’importante novità sulle indagini in corso in Turchia sull’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi, ucciso lo scorso 2 ottobre nel consolato saudita a Istanbul. Secondo una fonte turca citata da CNN, uno dei 15 uomini sauditi sospettati di avere partecipato all’assassinio di Khashoggi avrebbe indossato i vestiti che indossava il giornalista prima della sua morte: l’uomo sarebbe poi uscito dal consolato da una porta posteriore con una barba finta e un paio di occhiali, avrebbe passeggiato per Istanbul e sarebbe arrivato fino alla Moschea Blu, uno dei luoghi più visitati in città dai turisti. CNN ha pubblicato le immagini dell’uomo riprese dalle telecamere a circuito chiuso all’esterno del consolato e in giro per la città.

A sinistra di vede Khashoggi mentre entra nel consolato saudita a Istanbul, a destra Madani fuori dall’edificio con addosso i vestiti di Khashoggi, dopo l’omicidio del giornalista (CNN)

Le immagini, ha spiegato CNN, sono state già acquisite dagli investigatori turchi che stanno cercando di capire cosa sia successo a Khashoggi il 2 ottobre.

L’uomo ripreso sarebbe Mustafa al Madani, già identificato come uno dei 15 uomini accusati di essere stati mandati dal regime saudita a Istanbul per sequestrare o uccidere Khashoggi. Madani ha 57 anni e una corporatura simile a quella di Khashoggi. L’ipotesi, ha scritto CNN, è che i sauditi volessero far credere che Khashoggi fosse uscito con le sue gambe dal consolato. La fonte turca ha detto a CNN che non può confermare se Madani fosse stato mandato a Istanbul proprio per fingersi Khashoggi dopo il suo omicidio, o se sia stata una messinscena pensata sul momento. La fonte ha detto: «Probabilmente i vestiti di Khashoggi erano ancora caldi quando Madani li ha indossati».

Se venisse confermata questa informazione, l’ultima versione dei fatti data dall’Arabia Saudita, cioè quella di una rissa finita male, crollerebbe definitivamente: non si spiegherebbero infatti i vestiti puliti di Khashoggi indossati da Madani – se uno è coinvolto in una rissa così violenta da finire ucciso non si può pensare che i vestiti che indossa rimangano puliti e intatti – così come molti altri particolari emersi nei giorni scorsi. Per il momento non sono ancora state diffuse le conclusioni delle indagini turche, ma il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha detto ieri che entro 48 ore avrebbe rivelato tutto quello di cui è a conoscenza la Turchia sull’omicidio di Khashoggi. L’ipotesi finora più accreditata è quella che Khashoggi sia stato ucciso – e poi smembrato – da un gruppo di sicari sauditi mandati direttamente dal principe ereditario Mohammed bin Salman, l’uomo più potente del regno.