Le partite di oggi ai Mondiali

Con Francia-Argentina e Uruguay-Portogallo iniziano gli ottavi di finale

Lionel Messi nella partita dei gironi contro la Croazia (MARTIN BERNETTI/AFP/Getty Images)

Gli ottavi di finale dei Mondiali di calcio iniziano oggi, sabato 30 giugno, con i primi due incontri del tabellone: Francia-Argentina alle 16 e Uruguay-Portogallo alle 20. I due giocatori più forti e attesi del Mondiale – Lionel Messi e Cristiano Ronaldo – si giocheranno subito la permanenza in Russia in due incontri aperti a qualsiasi risultato e senza grandi favoriti.

Le due nazionali che ne usciranno vincenti si affronteranno ai quarti di finale, come stabilito dal tabellone della fase a eliminazione diretta:

🇫🇷 Francia – 🇦🇷 Argentina
Kazan, ore 16

È molto probabilmente l’ottavo di finale più entusiasmante del tabellone. La Francia si è qualificata come prima nel Gruppo C davanti alla Danimarca mentre l’Argentina è arrivata seconda nel Gruppo D dietro la Croazia. La Francia è una squadra giovane, che fa della tecnica e della rapidità i suoi punti di forza. Nelle partite dei gironi, tuttavia, ha dimostrato di avere qualche difficoltà a centrocampo e di non essere insuperabile. L’Argentina è un colabrodo, ma è pur sempre l’Argentina. Si dice che la squadra, dopo le prime due pessime prestazioni, abbia sfiduciato l’allenatore Jorge Sampaoli e che sia in atto una sorta di autogestione. Gioca male, non ha un vero e proprio sistema tattico e commette parecchi errori in difesa e in costruzione. Ma ha Lionel Messi, che finora si è visto solo nel gran gol segnato alla Nigeria, rimane una squadra molto unita e ha tanti giocatori di qualità che fin qui si sono visti poco.

Lionel Messi in allenamento. (Gabriel Rossi/Getty Images)

🇺🇾 Uruguay – 🇵🇹 Portogallo
Sochi, ore 20

L’Uruguay si è qualificato al primo posto del Gruppo A davanti a Russia, Arabia Saudita ed Egitto. È una squadra ben organizzata, che gioca compatta ma che ha qualche difficoltà ad esprimersi bene in attacco, il quale, sulla carta, è uno dei più forti al mondo: i titolari sono Edinson Cavani e Luis Suarez. Le maggiori speranze della squadra sono riposte su di loro. Il Portogallo sarebbe anche una squadra di livello simile all’Uruguay se non fosse per Cristiano Ronaldo, capitano e secondo nella classifica dei marcatori con quattro gol in tre partite. Ha poi un reparto offensivo veloce e tecnico, che sarà curioso vedere di fronte alla rocciosa ed esperta difesa uruguaiana.

Cristiano Ronaldo durante un allenamento. (AP Photo/Victor R. Caivano)