ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images

Luigi Di Maio dice che «la pagheranno» (ma non si capisce chi)

Lo ha scritto in un post su Facebook dopo il no di Matteo Renzi a un accordo con il Movimento 5 Stelle

ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images

Durante un’intervista nella puntata di Che tempo che fa di domenica, l’ex presidente del Consiglio ed ex segretario del PD Matteo Renzi ha chiuso a ogni possibilità di accordo con il Movimento 5 Stelle per fare un governo. In serata il capo del partito Luigi Di Maio ha risposto con un post su Facebook in cui accusa Renzi di causare danni ai cittadini con la sua decisione. Nel post, scritto apparentemente di getto e con almeno un grave errore di grammatica, Di Maio usa anche l’espressione «la pagheranno», che è stata molto criticata lunedì mattina.

Noi ce l’abbiamo messa tutta per fare un Governo nell’interesse degli italiani. Il pd ha detto no ai temi per i cittadini e la pagheranno.

Non è chiaro però a chi si riferisca quel “la pagheranno”, se al PD o ai cittadini. In ogni caso è un errore di grammatica, sia che fosse riferito al PD (sarebbe un errore di concordanza) sia che fosse riferito ai “cittadini”, che non possono essere il soggetto per come è impostata la frase.

Il pd non riesce a liberarsi di Renzi nonostante l’abbia trascinato al suo minimo storico prendendo una batosta…

Gepostet von Luigi Di Maio am Sonntag, 29. April 2018

Il prossimo 3 maggio la direzione del PD avrebbe dovuto discutere se iniziare o meno le trattative con il Movimento 5 Stelle per arrivare all’eventuale formazione del governo. Le trattative erano il frutto del mandato esplorativo del presidente della Camera Roberto Fico, che ha lavorato per cercare un accordo la scorsa settimana. L’intervista di Renzi, però, sembra aver chiuso definitivamente questa possibilità.