• Sport
  • martedì 24 aprile 2018

Cosa succede se Juventus e Napoli arrivano a pari punti in Serie A

Per decidere a chi assegnare il campionato si contano gli scontri diretti, che però sono in esatta parità: e quindi?

(Gabriele Maltinti/Getty Images)

Con la vittoria per 1-0 di domenica nello scontro diretto, il Napoli si è portato a un punto di distanza dalla Juventus, prima in Serie A con 85 punti, e ha riaperto il campionato a quattro giornate dalla fine. È ormai probabile che le due squadre si giocheranno lo Scudetto fino alla fine: quello che dà ulteriori speranze di sorpasso al Napoli è il fatto che il suo calendario è più facile di quello della Juventus, che dovrà giocare in trasferta contro Inter e Roma.

A fine campionato Juventus e Napoli potrebbero arrivare con gli stessi punti: le combinazioni possibili sono molte, alcune però poco probabili. Per esempio, il Napoli potrebbe vincere tre partite e pareggiarne una, e la Juventus potrebbe vincerne altrettante e perderne una. In quel caso, le due squadre arriverebbero a 92 punti. Oppure la Juventus potrebbe vincere due partite e pareggiare le altre due, e il Napoli potrebbe vincere tre partite e perderne una: in quel caso, le due squadre concluderebbero la stagione a 93 punti.

La testa della classifica della Serie A oggi:

 1) Juventus – 85 punti, 78 gol fatti, 20 gol subiti, +58 differenza reti
 2) Napoli – 84 punti, 71 gol fatti, 23 gol subiti, +48 differenza reti

Se Juventus e Napoli concludessero la Serie A con lo stesso numero di punti, il primo criterio per decidere a chi assegnare il campionato sarebbero i punti totalizzati negli scontri diretti, e subito dopo la differenza reti negli scontri diretti: le due squadre sono però a pari merito in entrambi, visto che entrambe hanno vinto lo scontro diretto in trasferta per 1 a 0. La Juventus a Napoli con gol di Gonzalo Higuain lo scorso dicembre, il Napoli a Torino con gol di Kalidou Koulibaly domenica.

Il terzo criterio è la differenza reti totale in campionato: al momento è in netto vantaggio la Juventus, che è a +58 (78 gol segnati, 20 gol subiti). Il Napoli è a +48 (71 gol segnati, 23 gol subiti): potrebbe recuperare questo scarto, ma in quattro partite è molto difficile.

Nell’improbabile caso in cui Juventus e Napoli arrivassero a pari punti e il Napoli pareggiasse la differenza reti generale, vincerebbe lo Scudetto la squadra che ha segnato più gol in totale. Il regolamento prevede che, se anche quest’ultimo criterio fosse in parità, si procederebbe con un sorteggio per determinare la vincitrice.

Nella storia del campionato italiano è successo una sola volta che due squadre concludessero la stagione a pari punti: Inter e Bologna, nel 1964. Allora però il regolamento prevedeva uno spareggio secco, che si giocò allo stadio Olimpico di Roma e fu vinto per 2 a 0 dal Bologna, che vinse così il suo settimo e ultimo Scudetto. Nei maggiori campionati europei successe per l’ultima volta nel 2012, quando il Manchester City di Roberto Mancini vinse pur arrivando a pari punti con il Manchester United.

Mostra commenti ( )