Sebastian Vettel posa per i fotografi dopo aver ottenuto la pole position nelle qualifiche (Charles Coates/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 8 aprile 2018

In Bahrein la Ferrari può vincere ancora

Le cose da sapere sul Gran Premio di oggi: Vettel e Raikkonen vanno più forte di tutti e partono dalla prima fila, Hamilton invece è nono

Sebastian Vettel posa per i fotografi dopo aver ottenuto la pole position nelle qualifiche (Charles Coates/Getty Images)

Il Gran Premio del Bahrein di Formula 1 si corre oggi pomeriggio sul circuito di Manama. È la seconda gara del Mondiale 2018, iniziato due settimane fa in Australia, e la partenza è prevista per le 17.10. Come da tradizione si correrà in notturna, sotto le luci artificiali. Il primo Gran Premio della nuova stagione è stato vinto da Sebastian Vettel della Ferrari, con il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen in terza posizione. È stato un risultato incoraggiante per la Ferrari, che da anni sta cercando di colmare il divario con la Mercedes: stando a quanto si è visto fin qui, questa potrebbe essere la stagione buona, che però è ancora lunga e complicata.

In Bahrein le Ferrari partiranno dalle prime due posizioni, seguite dalla Mercedes di Valtteri Bottas. Lewis Hamilton, campione del mondo in carica e principale rivale della Ferrari, è stato penalizzato di cinque posizioni e partirà nono per aver sostituito il cambio della sua Mercedes durante le prove libere. Al suo posto sulla griglia di partenza ci sarà Daniel Ricciardo della Red Bull, che probabilmente si contenderà il podio con Bottas. L’altro pilota Red Bull, Max Verstappen, partirà quindicesimo dopo essere uscito di pista nella prima parte delle qualifiche. Era dal 2006 che la Ferrari non otteneva una pole position in Bahrein: le prestazioni di sabato hanno seguito l’andamento delle prove, dove Vettel e Raikkonen sono sempre stati fra i più veloci.

Max Verstappen dopo essere uscito di pista nelle qualifiche (Mark Thompson/Getty Images)

In Australia, due settimane fa, la Ferrari ha condotto la gara nel migliore dei modi, con una strategia che ha portato Vettel alla seconda vittoria consecutiva a Melbourne e Raikkonen sul podio. Per la Mercedes invece non è stato un buon weekend, nonostante la pole position di Hamilton ottenuta con il record della pista. Nelle stesse qualifiche, il suo compagno di squadra Bottas era infatti andato a sbattere contro un muro compromettendo la gara, conclusa poi in ottava posizione. Le Red Bull hanno concluso il Gran Premio in quarta e sesta posizione con Ricciardo e Verstappen, che a inizio gara è andato in testacoda e poi ha dovuto recuperare diverse posizioni. Fernando Alonso della McLaren è invece arrivato quinto, un ottimo risultato per la scuderia inglese, quest’anno con rinnovate ambizioni.

Sul piano sportivo, a rendere molto atteso il Mondiale 2018 di Formula 1 sono le crescenti aspettative intorno alla Ferrari, che non vince un campionato da dieci anni pur avendo, l’anno scorso, ridotto di molto lo svantaggio tecnico rispetto alla Mercedes, la squadra più forte e vincente degli ultimi tempi. In molti concordano nel ritenere anche quest’anno le macchine di Mercedes, Ferrari e Red Bull le più veloci di tutte, la Mercedes la squadra favorita per la vittoria del campionato e Lewis Hamilton il pilota favorito per la vittoria del titolo di campione del mondo di Formula 1, che sarebbe il suo quinto.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.