James Ivory è il più anziano vincitore di un Oscar

Ha 89 anni ed è stato premiato per aver scritto la sceneggiatura di "Chiamami col tuo nome", tratto da un romanzo di André Aciman

James Ivory (Kevin Winter/Getty Images)

James Ivory – regista, sceneggiatore e produttore statunitense – ha vinto l’Oscar per la Miglior sceneggiatura non originale per il film Chiamami col tuo nome, del regista italiano Luca Guadagnino. Ivory è nato il 7 giugno 1928 e ha 89 anni. Questa sera è diventato la persona più anziana ad aver vinto un Oscar competitivo (non contano cioè gli Oscar alla carriera).

Ivory ha studiato architettura e storia dell’arte all’università dell’Oregon e ha poi studiato cinema e televisione alla University of Southern California. Il suo film Camera con vista, del 1986, fu candidato a otto premi Oscar; il film Maurice, del 1987, vinse il Leone d’argento per la Migliore regia al Festival di Venezia; Casa Howard, del 1992, fu nominato a nove Oscar. Ivory ha diretto anche Quel che resta del giorno, tratto da un romanzo di Kazuo Ishiguro e interpretato da Anthony Hopkins e Emma Thompson.

Ivory ha adattato per il cinema il libro Chiamami col tuo nome, scritto da André Aciman. Il film è ambientato nel 1983, «da qualche parte nel nord Italia» e racconta una storia d’amore: è stato girato soprattutto a Crema ed è raccontato al presente. Il libro, del 2007, era ambientato in Liguria ed è un racconto al passato.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.