(Clive Rose/Getty Images)

Cosa è successo giovedì alle Olimpiadi, in foto

Nel giorno dei bronzi vinti dagli italiani Brignone e Tumolero, gli atleti norvegesi e tedeschi si sono presi la scena – stormtrooper a parte – vincendo praticamente tutto

(Clive Rose/Getty Images)

In una delle giornate delle Olimpiadi di Pyeongchang più ricche di finali, in cui sono state assegnate nove medaglie d’oro, gli atleti norvegesi e tedeschi hanno ottenuto i maggiori successi, alcuni dei quali considerati già come storici. Le prime vittorie più rilevanti sono arrivate nella notte italiana, quando in Corea del Sud era mattina. Nello sci alpino, il norvegese Aksel Lund Svindal ha vinto la discesa libera precedendo un altro norvegese; nello slalom gigante femminile ha invece vinto la statunitense Mikaela Shiffrin, che a soli 22 anni può già dire di aver vinto tre ori olimpici (due a Sochi quattro anni fa); l’italiana Federica Brignone ha concluso la gara al terzo posto, vincendo la medaglia di bronzo.

Sempre nella notte, la coppia di pattinatori tedeschi composta da Aliona Savchenko e Bruno Massot ha vinto la medaglia d’oro nel programma libero artistico stabilendo un nuovo punteggio record di 159,31. Savchenko (ucraina naturalizzata tedesca) e Massot (francese naturalizzato tedesco) erano quarti dopo il primo dei due segmenti di gara, ma la loro esibizione pressoché perfetta nel programma libero ha permesso loro di superare le coppie che li precedevano.