• TV
  • venerdì 9 febbraio 2018

Alice Caioli, in gara a Sanremo 2018 Giovani

Ha 22 anni ed è siciliana, la sua canzone si chiama “Specchi Rotti”

Alice Caioli è una cantante che partecipano al Festival di Sanremo 2018 nella categoria Giovani, o meglio “Nuove proposte”. La sua canzone si chiama “Specchi Rotti”, ed uscita lo scorso gennaio. L’esibizione di mercoledì sera di Alice Caioli a Sanremo si può vedere qui, mentre questo è il video ufficiale.

Alice Caioli ha 22 anni ed è di Sant’Agata Militello, in provincia di Messina. Ha partecipato a due talent: Io Canto di Mediaset nel 2010 e X Factor di Sky nel 2013, senza andare molto avanti. È arrivata al Festival di Sanremo passando da Area Sanremo, il concorso per giovani cantanti, ma non ha ancora pubblicato dei dischi: “Specchi Rotti” è il suo primo singolo.

Con la benedizione di Gianni Morandi. 🖤🦇 #goodvibes

A post shared by Alice Caioli (Candice)🦇🌙 (@alicecaioli.official) on

Il testo di “Specchi Rotti” di Alice Caioli:

Sopra il letto sul mio tetto la finestra che non ho
questa casa non ha porte, limiti, pareti
senza vetri non distinguo giorno e notte
il mio tempo ormai è fermo

Queste ore mai contate, specchi a pezzi, muri opachi
racchiudono silenzi, colmi di parole e le mie presenze senti
occhi rovinati, chiusi e sporchi di rancore.

Sogno, non torno, mi perdo, mi spoglio dei dubbi, dei passi sbagliati che ho fatto
sogno i tuoi occhi non c’è più un confine
Vedo un ricordo di un bacio nascosto
dei pianti negati e dei vuoti colmati
oltre i tuoi occhi non c’è più un confine

Donna, immagine e canzoni, fiumi di parole
tensione, dolore, ossessione e
se spargo la mia voce nessuno sa ascoltare
salgo le scale dei miei sbalzi d’umore

Non inciampo su me stessa
che non sono mai la stessa
decisa, indecisa, precisa e imprecisa
e questi freni, bruciano i pensieri come ore mai contate

Sogno, non torno, mi perdo, mi spoglio dei dubbi, dei passi sbagliati che ho fatto
sogno i tuoi occhi non c’è più un confine
Vedo il ricordo di un bacio nascosto
dei pianti negati e dei vuoti colmati
oltre i tuoi occhi non c’è più un confine

Sogno, non torno, mi perdo, mi spoglio dei dubbi, dei passi sbagliati che ho fatto
sogno i tuoi occhi non c’è più un confine

Sogno, mi sbaglio che i passi che ho fatto
sogno un ricordo di un bacio nascosto
di pianti negati e dei vuoti colmati
oltre i tuoi occhi non c’è più un confine

E ogni sera mi fissa la finestra che non ho
con paure e insicurezza non mi dice una parola
si trasforma con l’inganno
non è mai sincera

Mostra commenti ( )