Cengiz Under in Roma-Sampdoria (ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 29 Gennaio 2018

La Roma è in crisi

Negli ultimi quaranta giorni ha compromesso la sua stagione e ieri ha sprecato un'opportunità di riavvicinarsi a Inter e Lazio

Cengiz Under in Roma-Sampdoria (ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Dopo il pareggio dell’Inter a Ferrara contro la SPAL e la sconfitta della Lazio contro il Milan, domenica sera la Roma aveva la possibilità di ridurre il proprio svantaggio in classifica e riportarsi a ridosso dei primi quattro posti, quelli che garantiscono la qualificazione diretta alla Champions League, l’obiettivo minimo del club. Ma nel posticipo serale della 22ª giornata di Serie A, la Roma è stata sconfitta in casa 1-0 dalla Sampdoria, portando così a sei il numero di partite consecutive senza vittorie in campionato. Ma c’è di più, perché contro la Sampdoria ha giocato la sua peggior partita della stagione.

Nel primo tempo la Sampdoria ha controllato la gara senza riuscire a fare gol solo per via dell’imprecisione di alcuni suoi tiri e soprattutto per le parate di Alisson, il portiere della Roma, il migliore della sua squadra. A cinque minuti dall’intervallo, tuttavia, la Roma ha avuto l’occasione di segnare su un calcio di rigore, che però Florenzi ha sbagliato. La partita della Roma – senza i titolari De Rossi e Perotti – è sembrata molto confusionaria, con una formazione sfilacciata e diverse prestazioni individuali decisamente negative, anche da quei giocatori che fino a qualche settimana fa avevano sostenuto la squadra. Nel secondo tempo la Roma ha giocato meglio ma non è riuscita a segnare, e a dieci minuti dalla fine, su cross del terzino Murru, la Sampdoria ha segnato il gol della vittoria con il colombiano Duvan Zapata.

Duvan Zapata esulta dopo il gol segnato alla Roma (Paolo Bruno/Getty Images)

Nelle ultime due partite giocate contro la Sampdoria (l’ultima mercoledì scorso) la Roma ha ottenuto solamente un punto. Nelle ultime sei di campionato ha messo insieme tre sconfitte e tre pareggi, che fanno tre punti in sei incontri. Al pessimo andamento in campionato si aggiunge il fatto che la squadra è stata eliminata dalla Coppa Italia agli ottavi di finale. Inoltre ci sono insistenti voci di mercato che vedrebbero il centravanti Edin Dzeko, uno dei suoi giocatori fondamentali, vicino alla cessione al Chelsea, senza che in rosa ci sia un sostituto già pronto, dato che il giovane attaccante ceco Patrick Schick si è fermato nuovamente per dei problemi muscolari.

Alla luce delle ultime prestazioni, si può dire che la Roma stia vivendo un periodo di crisi che va dall’involuzione del gioco alla poco incoraggiante situazione all’interno della squadra, con molti giocatori nervosi e alcuni, come Dzeko, che sembrano non essere contenti dell’operato della società. Nelle prossime giornate la Roma avrà la possibilità di riprendersi, dato che dovrà giocare contro Verona e Benevento, due squadre ampiamente alla sua portata, e contro l’Udinese. Poi, a fine febbraio, ci sono gli ottavi di Champions League, che la Roma dovrà giocare contro gli ucraini dello Shakhtar Donetsk.