• Sport
  • lunedì 22 gennaio 2018

Alisson Becker, il miglior portiere del momento

Nel pareggio contro l'Inter il portiere brasiliano della Roma ha dimostrato ancora di essere uno dei migliori nel suo ruolo, persino con un assist

Alisson Becker nel derby Roma-Lazio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Alisson Becker, brasiliano di Novo Hamburgo, 25 anni compiuti a ottobre, è alla Roma dall’estate del 2016 e dall’inizio della stagione in corso ne è diventato il portiere titolare. Oltre a prendersi il posto da titolare, Alisson si è dimostrato uno dei migliori portieri d’Europa e probabilmente il migliore della Serie A. I suoi numeri fin qui dicono 2.340 minuti giocati (26 partite), 21 gol subiti, 12 incontri a porta inviolata, seconda miglior difesa della Serie A a pari merito con la Juventus e dietro il Napoli, di cui però la Roma ha il doppio dei tiri in porta subiti e Alisson il doppio delle parate effettuate.

 

Domenica sera, nel posticipo della 21ª giornata di Serie A contro l’Inter, Alisson ha giocato ancora benissimo. Non è riuscito a non subire il gol del pareggio di Matias Vecino, ma nel corso della partita è stato il miglior giocatore della Roma. La sua partita a San Siro è iniziata con un’uscita bassa su Icardi lanciato a rete ed è proseguita con un assist – sì, un assist – per il gol del vantaggio di El Shaarawy (favorito da un errore in difesa di Davide Santon). Nel secondo tempo poi Alisson ha dato prova completa del suo valore, a partire dalle parate istintive, il suo forte, e poi con uscite alte, colpi di reni a levare palloni dagli angoli della porta e dribbling in difesa eseguiti con assoluta sicurezza nelle proprie doti tecniche.

Le recenti prestazioni di Alisson hanno suscitato l’interesse dei grandi club europei, molti dei quali hanno urgente bisogno di trovare nuovi titolari. Il Liverpool di Jurgen Klopp, per esempio, è alla ricerca di un portiere dato che quelli che ha – Loris Karius e Simon Mignolet – non si sono dimostrati all’altezza delle ambizioni della squadra. Il Paris Saint-Germain è nella stessa posizione, mentre il Real Madrid è da tempo alla ricerca di un sostituto di Keylor Navas. In tutto questo, la prossima estate la Roma difficilmente potrebbe rifiutare offerte attorno ai 50 milioni di euro, perché ha bisogno di risanare i suoi conti – continuerà a spendere più di quanto incassa finché non avrà il nuovo stadio – e perché completerebbe una grossa plusvalenza, avendo pagato Alisson all’Internacional de Porto Alegre meno di 10 milioni di euro.

Alisson, inoltre, è già un grattacapo per Tite, l’allenatore del Brasile, dato che ai Mondiali in Russia sarà costretto a scegliere il portiere titolare fra lui e Ederson, il portiere del Manchester City di Guardiola, un altro considerato tra i migliori portieri in circolazione, e per giunta con caratteristiche molto simili a quelle di Alisson.

Mostra commenti ( )