(Scott Olson/Getty Images)
  • Mondo
  • mercoledì 24 Gennaio 2018

La condanna a Larry Nassar

Dopo un processo molto seguito l'ex medico della Nazionale statunitense di ginnastica è stato condannato a un massimo di 175 anni di prigione per violenze sessuali

(Scott Olson/Getty Images)

Larry Nassar, ex medico della Nazionale statunitense di ginnastica e dell’Università del Michigan, è stato condannato a una pena minima di 40 anni di prigione, e a una massima di 175 anni, per aver abusato sessualmente di oltre cento atlete, donne e bambine, negli ultimi vent’anni. La condanna a Nassar, arrivata dopo un processo molto seguito dai media internazionali, si somma a un’altra di 60 anni ricevuta per pedopornografia, che potrebbe scontare in 55 anni. Il prossimo 31 gennaio Nassar sarà giudicato a Eaton County, in Michigan, per altre accuse di abusi sessuali: la giudice Rosemarie Aquilina, che ha emesso la sentenza di oggi, ha detto che tra tutte e tre le sentenze Nassar non uscirà mai più dal carcere.

Aquilina ha detto: «Ho appena firmato la sua condanna a morte», aggiungendo che «non ha fatto niente per meritare di uscire da una prigione». Nassar ha infatti 54 anni, e la giudice ha spiegato che nell’improbabile eventualità che dovesse «vivere più a lungo di quanto una persona abbia mai fatto», la sua pena di 40 anni dovrà essere estesa al suo massimo di 175 anni.

A Nassar è stata data la possibilità di parlare alle sopravvissute dei suoi abusi, e ha detto: «Le vostre parole negli scorsi giorni hanno avuto un grande effetto su di me, e mi hanno scosso nel profondo. Le porterò con me per il resto dei miei giorni». Aquilina ha anche letto parte di una lettera scritta nei giorni scorsi da Nassar, nella quale si lamentava del trattamento ricevuto e accusava alcune delle sue vittime di aver partecipato al processo per ottenere attenzioni mediatiche. La Nazionale statunitense di ginnastica ha annunciato un’indagine interna sul caso.

Da quando, nel settembre del 2016, il giornale Indianapolis Star pubblicò le accuse di due ex ginnaste nei suoi confronti, più di 150 donne lo hanno accusato di aver abusato sessualmente di loro. Tra queste ci sono anche le campionesse olimpiche Alexandra Raisman, McKayla Maroney, Gabby Douglas, Jordyn Wieber e Simone Biles, vincitrici delle medaglie d’oro alle Olimpiadi di Londra del 2012 e alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016. La giudice Aquilina ha concesso a tutte le ragazze abusate di tenere delle dichiarazioni in aula davanti alla corte e in presenza di Nassar. Negli ultimi giorni del processo si sono presentate in aula più di cento ragazze: le loro dichiarazioni più forti, riprese dalle telecamere, stanno circolando moltissimo online.