Quelli che guardano gli aeroplani

C'è chi segue il calcio, chi va a pesca e chi preferisce fissare voli e decolli, come queste persone fotografate negli aeroporti di tutto mondo

C’è tutta una bellezza nel guardare gli aerei decollare o atterrare, o semplicemente nel vederli passare sopra le nostre teste. Spesso chi è a bordo dell’aereo guarda giù e desidererebbe essere a terra, e chi è a terra guarda insù e desidererebbe essere in volo, come spiega Mindaugas Kavaliauskas, che da due anni fotografa quelli che guardano gli aerei per il piacere di farlo. Kavaliauskas ha fotografato persone così imbambolate in decine di città in tutto il mondo e ha scoperto che ci sono luoghi estremamente popolari, come la spiaggia di Maho Beach sull’isola di Saint Martin, o altri in cui le persone vanno a mangiare per osservare partenze e decolli, come a Copenaghen. «C’è chi guarda il calcio – spiega – e chi va a pescare. Queste persone escono per guardare gli aeroplani».

Alcuni aeroporti hanno degli spazi dedicati all’osservazione dei voli ma tra le persone fotografate da Kavaliauskas non ci sono solo appassionati, anche chi semplicemente passava di lì per scattare qualche foto, per salutare i parenti in partenza o per godersi il panorama chiacchierando con gli amici.

Il progetto si chiama SPOT ed è ancora in corso; finora Kavaliauskas ha scattato le immagini negli aeroporti di Atlanta, Auckland, Barcellona, ​​Berlino, Copenaghen, Francoforte, Houston, Istanbul, Lisbona, Parigi, Riga, Sint Maarten, Tolosa, Vilnius e Varsavia.

Mostra commenti ( )