Ciro Immobile esulta dopo il calcio di rigore segnato alla Juventus (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 14 Ottobre 2017

La Juventus ha perso in casa

Non succedeva da più di due anni: è stata sconfitta 2-1 dalla Lazio, una delle squadre più in forma del campionato

Ciro Immobile esulta dopo il calcio di rigore segnato alla Juventus (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Sabato sera la Juventus ha perso la sua prima partita in casa da più di due anni: nell’anticipo dell’ottava giornata di Serie A ha perso 2-1 contro la Lazio, una delle squadre più in forma del campionato. La Juventus non perdeva in casa dal 23 agosto 2015, 0-1 contro l’Udinese.

La Lazio ha vinto meritatamente: ha giocato meglio per gran parte della partita, soprattutto nel secondo tempo. Grazie alla vittoria di stasera ha raggiunto la Juventus a 19 punti in classifica. Dall’inizio del campionato la Lazio ha sorpreso un po’ tutti: in estate aveva ceduto il giocatore più funzionale al suo gioco, il centrocampista Lucas Biglia, e quasi nessuno la considerava fra le favorite per giocarsi le prime tre posizioni.

Il primo gol della partita è stato segnato da Douglas Costa della Juventus al 24mo del primo tempo, che si è trovato solo davanti al portiere della Lazio Thomas Strakosha dopo un’azione confusa. All’inizio del secondo tempo la Lazio ha ribaltato la partita, segnando due gol con Ciro Immobile nel giro di otto minuti (il secondo su rigore). La Juventus ha avuto la possibilità di pareggiare grazie a un rigore assegnato al 97esimo, l’ultimo minuto della partita: il tiro di Paulo Dybala però è stato parato dal portiere della Lazio.