Il ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura al Bernabeu di Madrid durante Spagna-Italia (EFE/Mariscal)

E ora come si mette per l’Italia?

Quasi certamente non potrà qualificarsi direttamente ai Mondiali e dovrà giocarsi gli spareggi: le probabili avversarie, però, sono tutte alla portata

Il ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura al Bernabeu di Madrid durante Spagna-Italia (EFE/Mariscal)

Con la sconfitta di sabato sera contro la Spagna, l’Italia quasi certamente non riuscirà a qualificarsi ai Mondiali del 2018 come prima classificata del proprio girone. Il regolamento delle Qualificazioni UEFA prevede infatti che la qualificazione diretta spetti solo alle prime classificate di ciascuno dei nove gironi. Le seconde dovranno invece giocarsi la qualificazione agli spareggi di novembre. L’Italia quindi — a meno di improbabili sorprese — non otterrà la qualificazione a ottobre, mese in cui termineranno le partite dei gironi, ma dovrà attendere un altro mese e giocare due partite in più, cioè gli spareggi.

A tre partite dal termine delle Qualificazioni UEFA ai Mondiali del 2018, la Spagna è in testa al gruppo G con 19 punti, tre in più dell’Italia. La terza classificata è l’Albania, che ha 12 punti, seguita da Israele a 9, Macedonia a 6 e Liechtenstein a quota zero. L’Italia deve giocare ancora contro Israele, Macedonia e Albania. La Spagna, invece, dovrà giocare con Liechtenstein, Albania e Israele. Sono tutte nazionali nettamente inferiori e difficilmente la Spagna perderà dei punti.

euro-qualifiers-group-g

Delle nove Nazionali che termineranno le qualificazioni al secondo posto nei rispettivi gironi, solo otto parteciperanno al sorteggio degli spareggi, che si terrà il 14 ottobre. Al termine dei gironi verrà infatti stilata una classifica che escluderà la peggiore tra le seconde: è una classifica avulsa che tiene conto solamente dei punti ottenuti contro la prima, la terza, la quarta e la quinta di ciascun girone, ed esclude dal conteggio i punti guadagnati contro l’ultima.

In questo momento la classifica delle seconde vede in testa l’Irlanda del Nord con 13 punti, seguita da Portogallo e Slovacchia a 12, Svezia, Grecia, Croazia, Italia e Irlanda a 10. L’ultima è il Montenegro con 7 punti, che quindi al momento verrebbe esclusa dagli spareggi. Alcune di queste Nazionali hanno tuttavia una partita in più e la classifica potrebbe quindi cambiare. L’Italia, vincendo due delle prossime tre partite, sarebbe certa della qualificazione agli spareggi, dove peraltro verrebbe inserita fra le teste di serie insieme a Portogallo, Slovacchia e ad una tra Ucraina e Croazia. Eviterà così le avversarie più forti e potrà essere sorteggiata solamente con Nazionali ampiamente alla sua portata come Svezia, Irlanda del Nord, Irlanda e Grecia.

I gironi termineranno la sera del 10 ottobre. Le partite di andata degli spareggi sono in programma il 9 e 11 novembre mentre le partite di ritorno si giocheranno pochi giorni dopo: il 12 e 14 dello stesso mese. Il sorteggio dei gironi della fase finale dei Mondiali 2018 si terrà invece a Mosca il primo dicembre.