(ANSA/ANGELO CARCONI)
  • mercoledì 5 Luglio 2017

Gli orari dello sciopero dei trasporti del 6 luglio e le altre cose da sapere

Durerà 4 ore e coinvolgerà metro, autobus e trasporto ferroviario, con modalità diverse da città a città

(ANSA/ANGELO CARCONI)

Uno sciopero nazionale del trasporto pubblico locale è previsto per domani, giovedì 6 giugno: riguarderà metro, autobus, tram e parte del trasporto ferroviario. Lo sciopero durerà quasi ovunque quattro ore – ma ci sono alcune eccezioni – mentre varieranno da città a città gli orari precisi di inizio e termine della protesta. Inizialmente lo sciopero era stato indetto per il 26 giugno, ma era stato rimandato per decisione del ministero dei Trasporti.

Lo sciopero di quattro ore di giovedì è stato indetto dai sindacati USB Lavoro privato e FAISA Confail come forma di protesta contro la privatizzazione delle aziende che si occupano del trasporto pubblico locale e la riorganizzazione del settore tramite fusioni e liquidazioni, che potrebbero comportare licenziamenti. Uno sciopero di 24 ore con motivazioni simili è stato indetto dal sindacato SUL, ma dovrebbe avere ripercussioni soprattutto a Roma e nel Lazio.

Il trasporto ferroviario della rete Trenord sarà interrotto dalle 9 alle 13: non sono quindi interessate le fasce di garanzia dei servizi. L’interruzione riguarderà anche i collegamenti tra le stazioni ferroviarie di Milano e l’aeroporto di Malpensa gestiti da Trenord.

Milano i servizi ATM saranno interrotti dalle 18 alle 22: prima delle 18 i mezzi pubblici dovrebbero circolare regolarmente.

A Roma le cose sono un po’ complesse, perché i tre sindacati hanno scelto orari diversi per lo sciopero: USB dalle 8.30 alle 12.30, FAISA dalle 11 alle 15 e SUL per tutte le 24 ore. Atac ha comunicato che i servizi saranno garantiti fino alle 8.30 e successivamente dalle 17 alle 20. Lo sciopero interesserà sia la rete urbana Atac che le linee periferiche gestite da Roma Tpl: non saranno garantiti anche i servizi notturni tra il 5 e il 6 luglio.

Torino le linee urbane si fermeranno dalle 18 alle 22, quelle extraurbane dalle 18.35 alle 22.35. Alcune linee gestite dall’azienda Ca.Nova saranno invece interessate da uno sciopero di 8 ore: qui c’è l’elenco completo.

A Firenze gli orari dello sciopero dipendono da sindacato a sindacato, come a Roma: USB ne ha indetto uno di 4 ore la mattina e SUL uno di 24. I servizi sono comunque garantiti in due fasce orarie: tra le 6 e le 9 e successivamente tra le 12 e le 15. La tramvia gestita da Gest non è interessata dallo sciopero e quindi circolerà normalmente.

A Napoli la circolazione dei mezzi pubblici sarà interrotta dalle 9 alle 13:30, la metro e la funicolare rientreranno in servizio poco dopo, verso le 14 (qui i dettagli).

Bologna e nell’Emilia-Romagna la fascia delle 4 ore di sciopero va dalle 11 alle 15 per i mezzi su strada e dalle 14 alle 18 per il trasporto ferroviario TPER.