Stefano Farina il 21 dicembre 2008. (LaPresse)
  • Sport
  • martedì 23 Maggio 2017

È morto l’ex arbitro di calcio Stefano Farina

Fra gli anni Novanta e Duemila aveva diretto più di 200 partite di Serie A: aveva 54 anni, era malato da tempo

Stefano Farina il 21 dicembre 2008. (LaPresse)

È morto Stefano Farina, a lungo arbitro di calcio che nella sua carriera aveva diretto più di 200 partite di Serie A. Aveva 54 anni. Farina aveva debuttato nel 1995 e si era ritirato nel 2009, dopo 236 partite di Serie A, due finali di Supercoppa Italiana e la finale di Supercoppa Europea del 2006, oltre che diverse importanti partite di Champions League. Era osservatore degli arbitri per la UEFA ed era stato rappresentante degli arbitri in attività e responsabile della CAN D e della CAN PRO (le categorie nazionali degli arbitri delle leghe dilettantesche e di Lega Pro): attualmente era responsabile della Serie B.

La Gazzetta dello Sport ha scritto che «Farina era malato da tempo ma, per tutelarne la privacy così come richiesto dalla sua famiglia, non era trapelato nulla». Fra le partite più importanti che ha arbitrato in carriera ci sono l’andata dell’ottavo di finale della Champions League 2005/2006 fra Real Madrid e Arsenal, un Juventus-Lazio del 2000 che fu decisivo per la vittoria dello Scudetto da parte della Lazio, e diversi derby fra squadre della stessa città. Fu lui, inoltre, l’arbitro di Catania-Palermo del 2 febbraio 2007, al termine della quale l’agente di polizia Filippo Raciti venne ucciso durante gli scontri fra tifosi.