(AP Photo/Evan Vucci)
  • Mondo
  • lunedì 22 Maggio 2017

Le foto della visita di Trump in Israele

Ha visitato il Muro del Pianto e la Basilica del Santo Sepolcro, domani incontrerà il presidente palestinese Mahmoud Abbas

(AP Photo/Evan Vucci)

In questi giorni sta proseguendo il primo viaggio all’estero del presidente americano Donald Trump da quando è entrato in carica, quattro mesi fa. Dopo aver visitato l’Arabia Saudita, oggi Trump è stato in Israele, dove si fermerà fino a domani. Ha incontrato il primo ministro Benjamin Netanyahu e ha visitato diversi posti, fra cui il Muro del Pianto e la Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme (due dei luoghi più sacri rispettivamente per la religione ebraica e quella cristiana). La visita al Muro del Pianto, in particolare, è stata l’occasione per scattare delle foto notevoli di Trump e del suo staff mentre pregano nei pressi del Muro: Trump, fra l’altro, è stato il primo presidente americano in carica a visitare il Muro. Stanotte sarà ospite di Netanyahu, mentre domani mattina incontrerà a Betlemme, in Palestina, il presidente palestinese Mahmoud Abbas.

La visita di oggi non ha avuto momenti davvero notevoli, tranne quando Trump ha aumentato la confusione intorno al caso diplomatico causato dal suo incontro di qualche giorno fa con il ministro degli Esteri russo, durante il quale sembra che abbia fornito informazioni altamente confidenziali su una fonte di Israele infiltrata nell’ISIS. Trump ha detto di non aver mai pronunciato la parola “Israele” nel suo incontro sui russi: solo che nessuno gli aveva rivolto quest’accusa, cosa che lascia pensare che il resto delle ricostruzioni che circolano sull’incontro siano plausibili.

Il viaggio di Trump continuerà anche nei prossimi giorni: sarà a Roma e in Vaticano – il 24 maggio, per incontrare papa Francesco e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – e a Bruxelles, in Belgio, dove il 25 maggio incontrerà tra gli altri il nuovo presidente francese Emmanuel Macron. Il 26 e il 27 maggio sarà invece in Sicilia per partecipare al G7 di Taormina e per visitare i militari statunitensi nella base militare di Sigonella, quella della famosa crisi di Sigonella, iniziata con il dirottamento della nave da crociera italiana Achille Lauro.