Radamel Falcao e Giorgio Chiellini (CHRISTINE POUJOULAT/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 9 maggio 2017

Juventus-Monaco, si gioca stasera

Grazie al 2-0 dell'andata, la Juventus gioca da favorita la partita decisiva per entrare in finale di Champions League

Radamel Falcao e Giorgio Chiellini (CHRISTINE POUJOULAT/AFP/Getty Images)

Juventus-Monaco si gioca stasera alle 20.45 allo Juventus Stadium di Torino. La Juventus parte dalla vittoria per 2-0 nella partita di andata e questa sera si gioca l’accesso alla finale di Champions League. Il risultato dell’andata dà alla Juventus ottime probabilità di riuscire a passare il turno: per qualificarsi, il Monaco dovrebbe vincere con tre gol di scarto o con due dopo averne segnati almeno tre, cosa davvero complicata dato che la Juventus è fortissima quando gioca in casa (e che nessuna squadra in Champions League è mai riuscita a ribaltare un 2-0 subito nella semifinale di andata): la partita si giocherà infatti allo Juventus Stadium di Torino, dove nelle coppe europee è imbattuta da quattro anni. La Juventus sembra anche più forte e completa del Monaco, che nonostante abbia il secondo miglior attacco d’Europa non è riuscito a segnare nemmeno un gol in casa, nella partita di andata. Come un po’ tutte le squadre ha avuto grandissime difficoltà ad affrontare la difesa della Juventus, che in questa Champions League ha subito solo due gol ed è ritenuta la migliore d’Europa. La partita si potrà vedere in chiaro su Canale Cinque a partire dalle 20.45.

La stagione pazzesca della Juventus – pazzesca perché in Serie A ha accumulato un vantaggio enorme già ad inizio stagione, quando giocava così così, e perché ha cambiato modulo in corsa riuscendo persino a migliorarsi – ha fatto sì che a inizio maggio sia la favorita per vincere le tre competizioni più importanti a cui partecipa: in Serie A, a tre giornate dalla fine, ha 7 punti di vantaggio sulla Roma in classifica, in Coppa Italia si giocherà la finale sulla Lazio – che è in un buon momento ma è considerata più debole – e in Champions League è secondo molti esperti la più forte delle quattro semifinaliste.

Da mesi la Juventus sembra essere in grado di dominare qualsiasi partita, e di riuscire a raddrizzare le poche che iniziano in maniera storta. Si è visto anche nell’ultima partita di Serie A contro il Torino, giocata allo Juventus Stadium: la Juventus, che schierava una squadra con molte riserve, ha subito gol nei primi minuti del secondo tempo ma poi ha riguadagnato lentamente campo, riuscendo a pareggiare con un gol di Gonzalo Higuaín (anche se avvantaggiata da una discussa espulsione di Afriyie Acquah del Torino).

La Juventus di quest’anno, soprattutto la sua formazione titolare, sembra avere pochi difetti. La sua solidità difensiva, ad esempio, non dipende solo dalla difesa vera e propria, che peraltro può contare su alcuni dei migliori difensori d’Europa e su uno dei portieri più forti nella storia del calcio: come ogni squadra che subisce così raramente gol, la sua fase difensiva inizia nel momento in cui gli avversari danno il via alle proprie azioni, grazie a un pressing organizzato ed efficace. Il centrocampo a due giocatori, composto da Khedira e Pjanic, è bene assortito e funzionale al gioco in verticale, la cui pericolosità è garantita da giocatori come Dybala, Higuain, Cuadrado e Mandzukic.

Il Monaco è una squadra molto rodata con alcuni giocatori eccellenti, ma stasera dovrà fare qualcosa di più rispetto all’andata: uno dei giocatori più attesi è sicuramente l’attaccante Kylian Mbappé, che a 18 anni alla sua prima stagione in prima squadra è riuscito a segnare 24 gol in 40 partite. Da qualche mese Mbappé sembra un giocatore di un altro livello rispetto ai suoi compagni: segna in tutti i modi, ed è dotato di un’intelligenza tattica superiore rispetto alla media. Al Monaco però servirà un’ottima prestazione anche degli altri suoi giocatori nei posti-chiave della formazione: i centrocampisti Fabinho e Bakayoko, l’ala Bernando Silva e il centrale di difesa Kamil Glik, ex capitano del Torino.

Stasera il Monaco giocherà con la sua formazione-tipo, cercando soprattutto di sfruttare i pochi spazi che in attacco verranno lasciati liberi dai difensori della Juventus, che invece dovrebbe giocare con un modulo simile a quello usato sotto la gestione di Antonio Conte: un 3-4-2-1 con Barzagli-Bonucci-Chiellini in difesa, che all’occorrenza può diventare un 5-3-2 o un 3-2-5 a seconda della posizione che assumeranno gli esterni, Dani Alves e Alex Sandro.

Le probabili formazioni

Juventus (3-4-2-1) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Pjanic, Khedira, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic; Higuain
Monaco (4-4-2) Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sidibé; Silva, Fabinho, Bakayoko, Lemar; Falcao, Mbappé

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.