È tutto greenery

Ora che è primavera il colore di Pantone per il 2017 è dappertutto: sugli alberi, nei campi, sugli abiti dei grandi stilisti, oltre che su piume e squame di chi lo indossa sempre

Un coccodrillo che nuota nel canale di Panama, il 23 marzo 2015 (AP Photo/Arnulfo Franco, File)

È iniziata la primavera e il greenery, cioè il colore Pantone per il 2017, comincia a vedersi un po’ dappertutto. Il colore descritto come «una fresca e frizzante sfumatura giallo-verde che evoca i primi giorni della primavera, quando il verde della natura si rinvigorisce e rinnova» è nei prati, sui rami degli alberi e molto presto potrebbe finire anche sugli abiti di quelli a cui piace seguire fino in fondo le mode oppure osare un po’ più degli altri: magari lo avete notato all’ultima sfilata di Emilio Pucci, in un abito di paillettes, o nei dettagli dell’ultima collezione di Alessandro Michele per Gucci. Di certo, se per gli stilisti sarà la tendenza di una stagione, per la natura (e per i golfisti) è un classico da riprendere ogni anno.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.